domenica, Ottobre 17, 2021
Home > Italia > Pittrice scomparsa, le ore della svolta. L’ex marito in rianimazione

Pittrice scomparsa, le ore della svolta. L’ex marito in rianimazione

< img src="https://www.la-notizia.net/pittrice-scomparsa" alt="pittrice scomparsa"

Ormai è questione di ore. Il mistero della pittrice scomparsa, Renata Rapposelli, potrebbe essere ormai alla svolta definitiva. Si attendono per oggi le risultanze dell’autopsia (per gli esiti definitivi e completi sarà però necessario attendere più tempo) e del test del dna sul corpo rinvenuto a Tolentino. Se si trattasse della donna, si dovrà capire se ci sono lesioni all’apparato scheletrico.  Inoltre, se il corpo appartenesse davvero a Renata Rapposelli, potrebbero esserci nuovi elementi che contrasterebbero con la versione finora fornita da Giuseppe e Simone Santoleri.

Per quanto riguarda le testimonianze fornite da conoscenti che parlano dell’indole violenta di Simone e del fatto che il padre non guiderebbe da tempo, il legale della difesa Gianluca Carradori, parla di notizie viziate e stravolte dai rapporti intercorsi tra Simone ed i soggetti che le hanno fornite. C’è però anche una testimone che dichiara di aver visto la pittrice scomparsa il 9 ottobre, intorno alle ore 17.00, in una farmacia di Tortoreto. L’ipotesi è che possa essere stata aggredita a Giulianova e che il corpo potrebbe essere stato poi occultato. Un elemento di riflessione è che il posto più vicino al ritrovamento è Cingoli, luogo dal quale è partita la denuncia di scomparsa.

“Una persona che pregava, particolare, delicata – così l’ha descritta l’amico che ne ha segnalato il caso -, della famiglia non ha detto mezza parola. Era preoccupata per il figlio che non stava bene. Era in attesa della possibilità di avere la pensione”.

Il cadavere, trovato venerdì pomeriggio, si trovava lungo l’alveo del fiume Chienti. Era in avanzato stato di decomposizione. Questo potrebbe essere dipeso dalla presenza del fiume, dalla zona umida e dal fatto che nel corso dell’ultimo mese si siano alternati giorni di pioggia e e giorni di sole. Il corpo è stato avvistato da un passante, attirato dal cattivo odore. Di solito quella è una zona poco frequentata, dove vanno ad appartarsi le coppiette.

Sembra che Giuseppe Santoleri, nella giornata di ieri, abbia ingerito farmaci dopo aver appreso la notizia del cadavere rinvenuto a Tolentino. E che sia nel reparto di rianimazione. Una notizia, questa, che attende conferma ufficiale.