martedì, Ottobre 27, 2020
Home > Arte, Cultura e Spettacoli > Teramo, Concerto ‘Braga per il Sociale’: apertura Anno Accademico del Conservatorio

Teramo, Concerto ‘Braga per il Sociale’: apertura Anno Accademico del Conservatorio

Teramo – Sarà il Teatro Comunale di Teramo a ospitare domani, giovedì 16 novembre, il grande Concerto ‘Braga per il Sociale’ per l’apertura dell’Anno Accademico del Conservatorio Statale di Musica ‘G-Braga’ di Teramo. Sulla scena, a partire dalle 20.30, un inedito ensemble musicale composto dall’Orchestra Sinfonica del Conservatorio, diretta dal Maestro Simone Genuini, e i detenuti del carcere di Teramo, protagonisti di un Progetto partito lo scorso aprile e che domani vedrà la conclusione della prima edizione. Sociale nel sociale perché i detenuti del Carcere canteranno per raccogliere fondi a favore della Comunità Mondo Nuovo Onlus che opera per la lotta contro le tossicodipendenze e il recupero e reintegro delle emarginazioni sociali.

Quello promosso e portato avanti dal nostro Conservatorio – ha spiegato il Presidente, l’avvocato Sergio Quirino Valente – è un progetto molto ambizioso, che ha permesso ai nostri docenti e soprattutto ai ragazzi di confrontarsi con un mondo molto difficile, quello fatto di emarginazione e spesso isolamento dal contesto sociale, ovvero il mondo della reclusione, in cui vivono centinaia di persone che stanno pagando con la perdita della propria libertà personale l’aver commesso errori, comunque gravi. Ovviamente però quella reclusione deve corrispondere a un percorso di maturazione, di crescita, di consapevolezza e, quindi, di reinserimento sociale, dunque un percorso che possa infondere fiducia in coloro che, loro malgrado, devono viverlo, pensando alla possibilità concreta di tornare in un contesto di normalità una volta espiata la propria pena. Il ‘Braga’ ha voluto divenire parte di questo percorso attraverso la musica che rappresenta, sicuramente, un linguaggio universale, capace di unire, di comunicare, di restituire emozioni e il successo riscosso è stato straordinario per la partecipazione attiva e convinta anche dei detenuti di massima sicurezza. E proprio per la rilevanza che tale iniziativa ha avuto nell’ambito dei nostri programmi di lavoro, abbiamo scelto di individuare, nel momento conclusivo della prima edizione del progetto, il classico Concerto di apertura del nuovo Anno Accademico, mettendo in luce i frutti maturati in questo periodo e la necessità di dare seguito al cammino iniziato, anche grazie agli spazi della nuova sede in via Noè Lucidi, che da lunedì scorso, 13 novembre, ha ufficialmente aperto i battenti iniziando a ospitare l’attività didattica, in vista della cerimonia di inaugurazione formale in via di preparazione”. “Il progetto – ha proseguito il maestro Tatjana Vratomjic, vicedirettore del Conservatorio ‘Braga’ e responsabile del programma stesso – ha visto il coinvolgimento e la partecipazione dei docenti del Dipartimento di Jazz i quali hanno tutti garantito la propria immediata e completa disponibilità per seguire i venti detenuti coinvolti, impartendo loro lezioni, quindi le prove e l’esecuzione di ben 5 concerti all’interno del Carcere. Il nostro obiettivo è stato quello di inserire in maniera prepotente l’elemento sociale in un Istituto formativo musicale come il nostro abbattendo le eventuali barriere e stabilendo un contatto tangibile tra le nostre aule e quelle realtà, spesso dure, che ci circondano ogni giorno. E infatti, oltre che in carcere, i nostri docenti e studenti sono entrati anche nell’ospedale di Teramo portando dentro il nosocomio, lungo i suoi corridoi, la rassegna ‘Concerti in corsia’, anche in questo caso grazie alla disponibilità dei primari, che ci hanno accolto a braccia aperta, permettendoci di tenere spettacoli nei reparti di Oncologia, Psichiatria, nell’Hospice, che ospita i malati terminali, in Pediatria, dove il concerto è stato gestito interamente dai nostri studenti. E il prossimo 23 novembre terremo l’ultimo evento per il 2017 nel reparto di Ginecologia. Il nostro scopo è quello di unire, di abbattere le divisioni, portando i ragazzi anche nei luoghi in cui c’è sofferenza perché la conoscenza fa parte del processo di crescita formativa”.

Lo spettacolo previsto per domani sera, giovedì 16 novembre, al Teatro comunale di Teramo, al quale sono state invitate tutte le massime Autorità cittadine, vedrà sulla scena l’Orchestra Sinfonica del Conservatorio ‘Braga’, diretta dal Maestro Simone Genuini, docente del Conservatorio ‘G.Braga’, direttore, dalla sua fondazione, della Junior Orchestra, l’Orchestra dell’Accademia Nazionale di Santa Cecilia di Roma, alla guida della quale, da anni, ha diretto numerosi concerti in Italia, tra cui quelli per il ‘Ravello Festival’, per la stagione dell’Orchestra da Camera di Mantova, presso la Camera dei Deputati, per la Presidenza della Repubblica in occasione dei 150 anni dall’Unità d’Italia, collaborando anche con solisti come Andrea Oliva, Silvia Careddu, Angelo Persichilli e Carlo Tamponi. Inoltre, in veste di direttore ospite, ha diretto l’Orchestra della Toscana, I Solisti del Teatro dell’Opera di Roma, l’Orchestra dell’Accademia Nazionale di Bucarest e i Solisti Aquilani. Parteciperanno all’evento di domani sera i docenti del Dipartimento di Jazz che hanno seguito il progetto, ossia Toni Fidanza al pianoforte, Luigi Candelori alla chitarra, Claudio Marzolo al basso, Davide Ciarallo alla batteria e Mauro Natali come fonico. Protagonista della serata di solidarietà saranno la musica e il canto dei detenuti del Carcere di Teramo, con l’esecuzione dell’Andante festivo per Orchestra d’archi di Sibelius; l’Ouverture da ‘Lucio Silla’ di Mozart; Sinfonia da ‘Signor Bruschino’ di Rossini; il Balletto ‘De la bellezza le dovute lodi’ di Monteverdi rielaborato da Genuini e Gualtieri; ancora l’Ouverture da ‘L’impresario teatrale’ di Mozart; e poi ‘Salute to the cinema’, ‘Caruso’ di Lucio Dalla, ‘O surdato ‘nnamurato’ di Califano e Cannio. Presenteranno il Concerto Sara Fulvi e Luca Di Angelo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *