domenica, Ottobre 25, 2020
Home > Marche > Approvata la prima ricognizione del fabbisogno di immobili abitativi per le popolazioni colpite dal sisma

Approvata la prima ricognizione del fabbisogno di immobili abitativi per le popolazioni colpite dal sisma

È stata approvata, con decreto della protezione civile regionale delle Marche, la prima ricognizione del fabbisogno degli immobili, ad uso abitativo per l’assistenza alle popolazioni colpite dagli eventi sismici, che entreranno a far parte del patrimonio dell’edilizia residenziale pubblica. Il primo fabbisogno indicato dai Comuni è di 366 unità per un importo complessivo di 60 milioni di euro (oneri compresi).

“È una operazione che rappresenta il più imponente piano abitativo nelle Marche degli ultimi 40 anni – ha commentato il presidente Luca Ceriscioli – che dà la possibilità di acquisire veri e propri appartamenti rimasti invenduti al posto delle SAE da destinare alle famiglie con immobili fortemente danneggiati. Gli alloggi, una volta terminata la fase della ricostruzione, resteranno ai Comuni come patrimonio di edilizia residenziale pubblica a favore dei nuclei meno abbienti, generando un indotto economico nel settore”.

Un decreto, questo, firmato dal dirigente della protezione civile regionale e trasmesso alla struttura di missione Sisma Centro Italia per la preventiva approvazione e l’assunzione della spesa a carico della gestione emergenziale. Con tale decreto si chiede alla Protezione civile nazionale di trasmettere la somma per l’acquisto. Gli immobili si trovano in 46 comuni che insistono su primo e secondo cratere sismico.

Redazione
Lucia Mosca è giornalista iscritta all'albo. Dal 1994, collabora regolarmente con riviste e quotidiani tra i quali Il Messaggero (dal 1994 al 1998 a Macerata, per la cultura , dal 1999 al 2002 a San Benedetto del Tronto, per la cronaca bianca, dal giugno 2005 al luglio 2007 ad Ancona per la cronaca nera e giudiziaria ), La Rucola, periodico maceratese di cronaca, cultura, satira (dal 1996 al 1998 a Macerata), Il Piceno, periodico della Provincia di Ascoli Piceno (2002 – 2003). Le esperienze più significative: dal dicembre del 2003 collabora con Il Resto del Carlino di Ascoli Piceno, testata per la quale si occupa di cronaca, politica, cultura, spettacolo, sanità, sindacale, inchieste, con servizi anche per il regionale. Il 5 gennaio 2005 conclude la propria esperienza di stagista (della durata di 6 mesi). Un mese dopo riprende la precedente collaborazione con Il Messaggero di Ascoli Piceno seguendo la politica locale, la cultura e la cronaca bianca con servizi anche per il regionale. Nel giugno 2005 si sposta su Ancona, dove si occupa per Il Messaggero di cronaca nera e giudiziaria. Dal 2006 collabora con La Stampa di Torino per la cronaca nazionale. Dal 3 agosto 2009 è direttore del quotidiano in edicola Il Giornale24ore, su Teramo e provincia. Il contratto ha la durata di poco meno di un anno per chiusura della testata. E’ stata direttore della sezione giornalistica di Tvp, canale 119 del digitale terrestre nell'anno 2015. Ora direttore della testata giornalistica www.la-notizia.net

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *