martedì, Ottobre 27, 2020
Home > Italia > Ris, tracce biologiche trovate nell’auto di Simone Santoleri

Ris, tracce biologiche trovate nell’auto di Simone Santoleri

< img src="https://www.la-notizia.net/ris" alt="ris"

Nella giornata di oggi i Ris hanno effettuato il previsto sopralluogo alla ricerca di tracce biologiche nell’appartamento di Renata Rapposelli ad Ancona. Si è trattato di ben otto ore di attività, se non di più, secondo quanto dichiarato dai legali della difesa di Simone e Giuseppe Santoleri. L’esito di tali analisi non è ancora stato divulgato. Tuttavia, si ha qualche elemento in più per quanto riguarda il sequestro dell’auto di Simone, figlio della pittrice scomparsa e trovata cadavere in prossimità del fiume Chienti

I dati ufficiali parlano del fatto che nel veicolo si sarebbero ricercate tracce di un eventuale trasporto del corpo della donna a Tolentino. Alla luce delle ultime informazioni, si può dire che sono state rinvenute due o tre tracce biologiche sulle quali i Ris hanno ritenuto di dover effettuare ulteriori analisi. Nulla che abbia a che vedere con il terreno o l’ambiente in cui è stato trovato il corpo di Renata Rapposelli. Ma tracce biologiche che dovranno essere ora esaminate con grande accuratezza.

Ad una prima analisi, i Ris, secondo quanto riferito dai legali della difesa, avrebbero cercato nell’auto di Simone Santoleri eventuali tracce ematiche da ricondurre ad una morte violenta della pittrice. A quanto pare, ora le ricerche stanno andando più a fondo ed in una direzione ben precisa. Per dipanare la nebbia, si stanno passando al setaccio testimonianze, dettagli forniti in vari ambiti.

La prova ad ora ritenuta decisiva per ribaltare le informazioni fornite in merito alla giornata del 9 ottobre da parte di Giuseppe e Simone Santoleri, padre e figlio, entrambi indagati con l’accusa di omicidio in concorso e occultamento di cadavere, è la testimonianza della farmacista di Tortoreto, che avrebbe visto la donna intorno alle ore 17.00 del giorno della sua scomparsa, e che avrebbe anche strisciato il suo codice fiscale dandole un farmaco che sarebbe servito per farla tranquillizzare.

Renata sarebbe sembrata in effetti molto agitata. E anche questo è un dettaglio non sottovalutato dagli inquirenti in sede di indagine. E’ frenetica in queste ore l’attività dei carabinieri per fare chiarezza sulla morte della pittrice 64enne di Ancona scomparsa il 9 ottobre dopo la visita a Giulianova all’ex marito e al figlio.
Gli investigatori sono alla ricerca di prove per poter collocare l’auto sul luogo del rinvenimento del cadavere, abbastanza distante dal percorso che l’ex marito della Rapposelli dice di aver fatto per riaccompagnarla nelle Marche lasciandola alle porte di Loreto.

Redazione
Lucia Mosca è giornalista iscritta all'albo. Dal 1994, collabora regolarmente con riviste e quotidiani tra i quali Il Messaggero (dal 1994 al 1998 a Macerata, per la cultura , dal 1999 al 2002 a San Benedetto del Tronto, per la cronaca bianca, dal giugno 2005 al luglio 2007 ad Ancona per la cronaca nera e giudiziaria ), La Rucola, periodico maceratese di cronaca, cultura, satira (dal 1996 al 1998 a Macerata), Il Piceno, periodico della Provincia di Ascoli Piceno (2002 – 2003). Le esperienze più significative: dal dicembre del 2003 collabora con Il Resto del Carlino di Ascoli Piceno, testata per la quale si occupa di cronaca, politica, cultura, spettacolo, sanità, sindacale, inchieste, con servizi anche per il regionale. Il 5 gennaio 2005 conclude la propria esperienza di stagista (della durata di 6 mesi). Un mese dopo riprende la precedente collaborazione con Il Messaggero di Ascoli Piceno seguendo la politica locale, la cultura e la cronaca bianca con servizi anche per il regionale. Nel giugno 2005 si sposta su Ancona, dove si occupa per Il Messaggero di cronaca nera e giudiziaria. Dal 2006 collabora con La Stampa di Torino per la cronaca nazionale. Dal 3 agosto 2009 è direttore del quotidiano in edicola Il Giornale24ore, su Teramo e provincia. Il contratto ha la durata di poco meno di un anno per chiusura della testata. E’ stata direttore della sezione giornalistica di Tvp, canale 119 del digitale terrestre nell'anno 2015. Ora direttore della testata giornalistica www.la-notizia.net

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *