martedì, Ottobre 20, 2020
Home > Italia > Caso Rapposelli, sotto sequestro l’abitazione di “Reny”

Caso Rapposelli, sotto sequestro l’abitazione di “Reny”

< img src="https://www.la-notizia.net/caso-rapposelli" alt="caso rapposelli"

L’attività investigativa è ormai a livelli frenetici. Questa l’ultima novità sul caso Rapposelli:  è stata posta sotto sequestro l’abitazione di Ancona dove “Reny” viveva. Anche secondo l’avvocato Gianluca Reitano, che difende Simone Santoleri, queste sono sicuramente le ore decisive perchè il caso vada in una direzione o nell’altra. Domani verrà effettuata una perquisizione nell’appartamento della pittrice che il figlio, indagato per omicidio in concorso con il padre Giuseppe, nega di aver mai visto di persona.

Il legale solleva dubbi sulla testimonianza fornita dalla farmacista di Tortoreto: secondo lui non ci sarebbero prove concrete del fatto che la signora abbia strisciato il codice fiscale della pittrice scomparsa e poi trovata cadavere a Tolentino.

Sembrerebbe addirittura che la donna potrebbe far parte dell’ambiente collegato alla famiglia Santoleri in quanto frequenterebbe la palestra, sita sotto l’abitazione di Simone, di proprietà della supertestimone che ha fornito i più significativi elementi a carico di padre e figlio.

Per quanto riguarda la perquisizione dell’abitazione di Giulianova, l’accertamento, come già detto, era finalizzato a trovare materiale legato ad un eventuale trasporto di cadavere. Sono state portate via lenzuola, oggetti, nastro adesivo, ed un bigliettino risalente secondo la difesa a diverso tempo fa, in cui si riportava il numero telefonico di un ente della provincia di Ancona.

I Ris avrebbero lasciato solo oggi l’appartamento di Renata Rapposelli, dopo aver lavorato da ieri per trovare eventuali tracce del passaggio di terzi.

Simone Santoleri si proclama innocente. E avrebbe velatamente sollevato dubbi sull’ex antiquario, amico della madre, residente a Cingoli, che ha denunciato la sua scomparsa. Da quello che risulta, l’uomo avrebbe avuto con la pittrice rapporti solo telefonici e tramite messaggistica. Ma l’avrebbe aiutata relativamente alle pratiche per ottenere la pensione.

 

Giuseppe Santoleri, dopo essere finito in rianimazione per l’assunzione di una dose eccessiva di farmaci, è ora ricoverato nel reparto di psichiatria dell’ospedale di Giulianova. La prossima settimana verrà trasferito in una clinica specializzata. Il caso Rapposelli è ormai ad un bivio.

 

 

Redazione
Lucia Mosca è giornalista iscritta all'albo. Dal 1994, collabora regolarmente con riviste e quotidiani tra i quali Il Messaggero (dal 1994 al 1998 a Macerata, per la cultura , dal 1999 al 2002 a San Benedetto del Tronto, per la cronaca bianca, dal giugno 2005 al luglio 2007 ad Ancona per la cronaca nera e giudiziaria ), La Rucola, periodico maceratese di cronaca, cultura, satira (dal 1996 al 1998 a Macerata), Il Piceno, periodico della Provincia di Ascoli Piceno (2002 – 2003). Le esperienze più significative: dal dicembre del 2003 collabora con Il Resto del Carlino di Ascoli Piceno, testata per la quale si occupa di cronaca, politica, cultura, spettacolo, sanità, sindacale, inchieste, con servizi anche per il regionale. Il 5 gennaio 2005 conclude la propria esperienza di stagista (della durata di 6 mesi). Un mese dopo riprende la precedente collaborazione con Il Messaggero di Ascoli Piceno seguendo la politica locale, la cultura e la cronaca bianca con servizi anche per il regionale. Nel giugno 2005 si sposta su Ancona, dove si occupa per Il Messaggero di cronaca nera e giudiziaria. Dal 2006 collabora con La Stampa di Torino per la cronaca nazionale. Dal 3 agosto 2009 è direttore del quotidiano in edicola Il Giornale24ore, su Teramo e provincia. Il contratto ha la durata di poco meno di un anno per chiusura della testata. E’ stata direttore della sezione giornalistica di Tvp, canale 119 del digitale terrestre nell'anno 2015. Ora direttore della testata giornalistica www.la-notizia.net

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *