mercoledì, Ottobre 21, 2020
Home > Mondo > LIBERATA RAWA, ULTIMA ROCCAFORTE DELL’ISIS NEL PAESE

LIBERATA RAWA, ULTIMA ROCCAFORTE DELL’ISIS NEL PAESE

< img src="https://www.la-notizia.net/rawa" alt="rawa"

Rawa liberata. Anche in Iraq, così come nella confinante Siria le forze armate nazionali, con l’appoggio delle milizie locali alleate del governo centrale del primo ministro sciita Haydar al-’ Abadi stanno completando la liberazione del Paese dalle ultime roccaforti dell’ISIS ormai in ritirata su tutti i fronti.

Nel quadro della avanzata generale, proprio oggi l’esercito iracheno ha annunciato di aver riconquistato la città di Rawa sita sulle sponde del fiume Eufrate, che con i suoi 20 mila abitanti rappresentava l’ultimo centro importante nelle mani del califfato nero nel territorio dell’Iraq.

L’importanza di Rawa risiede nella vasta adesione riscontrata fra la popolazione residente sunnita e le istanze sostenute dal sedicente stato Islamico, tanto che all’inizio della propria ascesa anche il leader storico dell’ISIS Abu Bakr al Baghdadi si faceva chiamare “emiro di Rawa”.

Ma anche questa circostanza non è valsa ad evitare l’ennesima sconfitta sul campo subita dalle forze armate del califfato nero. Tanto è vero che una comunicazione del Comando Militare composto dalle forze governative Irachene e dalle milizie tribali locali ha fatto presente che all’alba di oggi sono iniziate le operazioni per la liberazione della città e dei sobborghi di Rawa e che dopo poche ore l’avanzata è stata coronata da successo, consentendo la completa liberazione della città e la esposizione della bandiera irachena da tutti i palazzi cittadini, come reso noto dal responsabile dell’operazione generale Abdelamir Yarala.

Ma pur festeggiando l’avvenuta completa liberazione del territorio iracheno dalla sanguinosa occupazione dell’ISIS sarà necessario che tutto l’Occidente alzi ulteriormente la guardia contro possibili nuove ondate di attentati nelle proprie città secondo lo schema ormai consueto per cui ad ogni arretramento dell’ISIS sul campo di battaglia in Siria ed Iraq porta alla ritorsione degli attacchi ai civili inermi in Europa da parte delle cellule di terroristi nascoste nell’ombra, ed ansiose di vendicare su civili inermi le sconfitte militari del Califfato.

                                                                                             Il Conte Rosso

Redazione
Lucia Mosca è giornalista iscritta all'albo. Dal 1994, collabora regolarmente con riviste e quotidiani tra i quali Il Messaggero (dal 1994 al 1998 a Macerata, per la cultura , dal 1999 al 2002 a San Benedetto del Tronto, per la cronaca bianca, dal giugno 2005 al luglio 2007 ad Ancona per la cronaca nera e giudiziaria ), La Rucola, periodico maceratese di cronaca, cultura, satira (dal 1996 al 1998 a Macerata), Il Piceno, periodico della Provincia di Ascoli Piceno (2002 – 2003). Le esperienze più significative: dal dicembre del 2003 collabora con Il Resto del Carlino di Ascoli Piceno, testata per la quale si occupa di cronaca, politica, cultura, spettacolo, sanità, sindacale, inchieste, con servizi anche per il regionale. Il 5 gennaio 2005 conclude la propria esperienza di stagista (della durata di 6 mesi). Un mese dopo riprende la precedente collaborazione con Il Messaggero di Ascoli Piceno seguendo la politica locale, la cultura e la cronaca bianca con servizi anche per il regionale. Nel giugno 2005 si sposta su Ancona, dove si occupa per Il Messaggero di cronaca nera e giudiziaria. Dal 2006 collabora con La Stampa di Torino per la cronaca nazionale. Dal 3 agosto 2009 è direttore del quotidiano in edicola Il Giornale24ore, su Teramo e provincia. Il contratto ha la durata di poco meno di un anno per chiusura della testata. E’ stata direttore della sezione giornalistica di Tvp, canale 119 del digitale terrestre nell'anno 2015. Ora direttore della testata giornalistica www.la-notizia.net

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *