domenica, Ottobre 25, 2020
Home > Italia > Cyber Monday, tra la tradizione e l’opportunità

Cyber Monday, tra la tradizione e l’opportunità

< img src="https://www.la-notizia.net/cyber" alt="cyber"

Probabilmente ne hai già sentito parlare, ma il Cyber Monday non ti ha mai affascinato più di tanto: se è successo, è solo perché non sai di cosa si tratta. Spesso associato al Black Friday, questo appuntamento è atteso ogni anno da milioni di persone in tutto il mondo, che non vedono l’ora di fare shopping approfittando di offerte estremamente convenienti. Insomma, se il Venerdì Nero è l’evento che permette di fare compere a prezzi stracciati, o quasi, il Lunedì Cibernetico non è da meno, e pur essendo meno noto è altrettanto utile, dal momento che offre l’opportunità di approfittare di sconti molto consistenti facendo acquisti online.

Se vuoi avere un’idea delle offerte che ti attendono, clicca qui e ti immergerai in un ricco assortimento di prodotti da non perdere. Ma in che cosa consiste, di preciso, il Cyber Monday? Proprio come il suo fratello maggiore, è cioè il Black Friday, il Cyber Monday ha origini americane: si tratta di una tradizione piuttosto recente (come è ovvio che sia, visto che si parla di shopping online), che ha visto la luce negli Stati Uniti e che nel giro di breve tempo si è diffusa nel resto del mondo, arrivando anche nel nostro Paese. La correlazione tra Black Friday e Cyber Monday è piuttosto evidente: il primo cade nel venerdì successivo al Giorno del Ringraziamento, e prevede sconti e prezzi ribassati nei punti vendita classici e negli store online, mentre il secondo è stato concepito unicamente per gli affari sul web. Insomma, un modo per indurre anche i consumatori più scettici e quelli meno tecnologici ad approfittare dei vantaggi e della comodità garantiti dallo shopping su Internet.

 

La situazione in Italia: Black Friday e Cyber Monday

 

Occorre notare che, in verità, in Italia non c’è poi tutta questa differenza tra il Black Friday e il Cyber Monday: da noi, infatti, in tutte e due le occasioni vengono applicate promozioni speciali. La vicinanza temporale può contribuire a una confusione tra le due ricorrenze: il Cyber Monday, infatti, corrisponde al lunedì successivo al Black Friday. Per il 2017, le date da segnare sul calendario sono quelle del 24 novembre e del 27 novembre, il che vuol dire che in quel week-end ci si potrà dare alla pazza gioia tra spese folli ma a prezzi convenienti. In effetti, i due appuntamenti sono convenzionali, ma gli sconti non sono regolamentati come avviene, per esempio, nel periodo di saldi. Ecco perché in realtà ogni catena commerciale si comporta come vuole, e c’è addirittura chi abbassa i prezzi per una settimana intera: insomma, il consiglio è quello di iniziare a guardarsi intorno già a partire da lunedì 20.

 

A che cosa serve il Cyber Monday

 

A differenza di quello che il nome lascia intuire, il Cyber Monday non prevede sconti solo per gli articoli di elettronica e per i prodotti informatici, ma anche per qualsiasi altra categoria merceologica: dagli attrezzi per fare sport ai capi di abbigliamento, dagli elettrodomestici agli strumenti per il fai da te. Quello che importa è che si tratti di acquisti effettuati online, da un computer, da uno smartphone o da un tablet.

Non ci sono limiti su quello che si può comprare, e – anzi – per molti il Cyber Monday costituisce l’occasione per accaparrarsi ciò che non si è riusciti ad acquistare il venerdì precedente. I siti di e-commerce che proporranno gli sconti saranno davvero tanti, ma vale la pena di stilare in anticipo una lista della spesa, sia per verificare che i prezzi attuali saranno veramente abbassati per l’occasione, sia per non rischiare di dimenticarsi qualche acquisto ed essere costretti ad aspettare un altro anno prima di ritrovare gli sconti. La chance è di quelle da non perdere, anche per chi vuole approfittare della possibilità di acquistare oggetti che, nel resto dell’anno, sarebbero molto più costosi a prezzo pieno.

Angelo Vargiu

 

Redazione
Lucia Mosca è giornalista iscritta all'albo. Dal 1994, collabora regolarmente con riviste e quotidiani tra i quali Il Messaggero (dal 1994 al 1998 a Macerata, per la cultura , dal 1999 al 2002 a San Benedetto del Tronto, per la cronaca bianca, dal giugno 2005 al luglio 2007 ad Ancona per la cronaca nera e giudiziaria ), La Rucola, periodico maceratese di cronaca, cultura, satira (dal 1996 al 1998 a Macerata), Il Piceno, periodico della Provincia di Ascoli Piceno (2002 – 2003). Le esperienze più significative: dal dicembre del 2003 collabora con Il Resto del Carlino di Ascoli Piceno, testata per la quale si occupa di cronaca, politica, cultura, spettacolo, sanità, sindacale, inchieste, con servizi anche per il regionale. Il 5 gennaio 2005 conclude la propria esperienza di stagista (della durata di 6 mesi). Un mese dopo riprende la precedente collaborazione con Il Messaggero di Ascoli Piceno seguendo la politica locale, la cultura e la cronaca bianca con servizi anche per il regionale. Nel giugno 2005 si sposta su Ancona, dove si occupa per Il Messaggero di cronaca nera e giudiziaria. Dal 2006 collabora con La Stampa di Torino per la cronaca nazionale. Dal 3 agosto 2009 è direttore del quotidiano in edicola Il Giornale24ore, su Teramo e provincia. Il contratto ha la durata di poco meno di un anno per chiusura della testata. E’ stata direttore della sezione giornalistica di Tvp, canale 119 del digitale terrestre nell'anno 2015. Ora direttore della testata giornalistica www.la-notizia.net

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *