domenica, Ottobre 25, 2020
Home > Abruzzo > Giulianova, Settimana Europea sulla prevenzione dei rifiuti: Workshop al Kursaal sulla “frazione organica”

Giulianova, Settimana Europea sulla prevenzione dei rifiuti: Workshop al Kursaal sulla “frazione organica”

Settimana europea sulla prevenzione dei rifiuti.

Il 24 novembre al Kursaal workshop nazionale sulla valorizzazione della frazione organica con attrezzature di piccola taglia.

Giulianova – Il prossimo 24 novembre, a partire dalle ore 9, si terrà al Kursaal il workshop nazionale su “Valorizzazione della frazione organica con attrezzature di piccola taglia” nell’ambito della settimana europea sulla prevenzione dei rifiuti.
Il workshop è stato organizzato dall’Associazione Italiana Compostaggio con il patrocinio del Comune di Giulianova, di ENEA, Regione Abruzzo, Provincia di Teramo ed ANCI Abruzzo.

Nel settore rifiuti la frazione organica è la frazione merceologica maggioritaria sia in termini di peso e sia, ancor di più, in termini di costi di gestione. Per questo il tema affrontato nel workshop è estremamente interessante in quanto illustra come trattare i rifiuti organici con nuove tipologie di attrezzature di piccola taglia.

L’assessore all’ambiente, Fabio Ruffini, spiega a riguardo l’importanza di un diverso utilizzo della frazione organica “Da un punto di vista ambientale ed economico noi abbiamo l’obbligo di una diverso utilizzo dell’organico. Ritengo – prosegue – che tutti i comuni dovrebbero andare verso una nuova politica della raccolta e favorire le compostiere in modo da preservare l’ambiente e ridurre i costi del conferimento. Anzi si dovrebbe fare di più: creare un’economia circolare e cioè che l’organico prodotto rimanga a Giulianova sotto forma di compostaggio. Attualmente forniamo gratuitamente le compostiere ai cittadini, il passo successivo da compiere è verso le imprese che producono organico, creare le compostiere di comunità e quindi progettare dei veri e propri quartieri in cui gli operatori, dopo aver valutato la correttezza della raccolta dell’organico, si occuperanno di conferirlo nella compostiera. Si dovrà arrivare ad un vero e proprio sistema comunale per cui l’organico non verrà più conferito al di fuori, nei centri raccolta, perché sarà diventato compost da distribuire agli imprenditori agricoli. Questo porterà un risparmio di costi sulla Tari di 600 mila euro. L’obiettivo del convegno è di poter toccare con mano quello che è già una realtà in molti comuni. Per poter realizzare questo progetto si dovrà far comprendere l’importanza del “riciclo” dell’organico come avviene per il vetro, la carta e la plastica e sarà necessario che la Regione crei una disciplina ambientale che consenta di farlo. Dobbiamo smettere di parlare di “rifiuti”, ma parlare di “risorsa” che deve rimanere ai Comuni”- conclude.

Il workshop prevede il coinvolgimento anche del Ministero dell’Ambiente, rappresentato da Maria Cristina Oddo, che ha contribuito alla stesura del DM 29 dicembre 2016, n. 266. Il decreto prevede semplificazioni amministrative e tecniche per il compostaggio di piccola scala effettuato da più persone.

Insieme con il sindaco Francesco Mastromauro saranno presenti per la Regione Abruzzo il sottosegretario Mario Mazzocca ed il dirigente del servizio gestione rifiuti Franco Gerardini, per l’Enea Fabio Musmeci e Pier Giorgio Landolfo, per l’Università D’Annunzio Rosario Pavia e numerosi relatori chiamati a dare il loro qualificato contributo.

Durante il workshop saranno premiati i sindaci dei Comuni di Cuccaro Vetere (SA), Zagarise (CZ) e Bassiano (LT) perché da anni stanno sperimentando il compostaggio di piccola scala.
Il tema del workshop è estremamente attuale, visti gli alti costi della gestione dei rifiuti organici che ogni anno le Amministrazioni comunali si trovano ad affrontare.

Prevista anche l’esposizione di macchinari dedicati alla gestione della frazione organica e gli stand di numerose aziende. A chiusura si terranno corsi di formazione per la sensoristica a basso costo e per l’autocostruzione.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *