domenica, Novembre 28, 2021
Home > Italia > Dopo gli ultimi accertamenti dei Ris nuova autopsia sul corpo di Renata

Dopo gli ultimi accertamenti dei Ris nuova autopsia sul corpo di Renata

< img src="https://www.la-notizia.net/nuova-autopsia" alt="nuova autopsia"

Domani mattina verrà eseguito un supplemento di autopsia sul corpo di Renata Rapposelli ad Ancona. Secondo quanto riportato sul decreto l’attività si sarebbe resa necessaria a seguito degli ultimi accertamenti dei Ris per acquisire e confrontare altri elementi.

In sostanza si cercheranno sul cadavere riscontri a quanto rilevato nel corso delle ultime verifiche. La nuova autopsia non sembrerebbe legata all’ipotesi avvelenamento per la quale si attende l’esito degli esami tossicologici. Nel frattempo l’ex marito della pittrice, Giuseppe Santoleri, indagato per omicidio e per occultamento di cadavere insieme al figlio Simone, è stato trasferito questa mattina in una struttura atta alla gestione di problemi di tipo psichiatrico ad Ascoli Piceno. Ma l’attenzione degli inquirenti sembrerebbe ormai concentrata su Simone.

Secondo il legale della difesa il fatto che il suo assistito non abbia fornito le impronte digitali ai carabinieri prima dell’accertamento sull’auto che si è svolto a Giulianova, sarebbe dipeso dal fatto che non era stato emesso alcun provvedimento da parte del pm. Sarebbe stato quindi lo stesso legale ad opporsi solo e semplicemente per un fatto formale.

Nessuna violenza accertata, lo ricordiamo, è stata rinvenuta sul corpo di Renata Rapposelli nel corso della prima autopsia. Viste le pessime condizioni del cadavere non si è trattato di un’attività semplice. In ogni caso non sono state ravvisate lesioni all’apparato scheletrico. Rimangono comunque in campo diverse ipotesi. Tra queste anche un possibile strangolamento o soffocamento.

Più passano le ore e più il giallo della morte di questa donna, che di certo non aveva rapporti sereni né con il figlio né con il marito, si infittisce ulteriormente. Sicuramente la versione fornita dagli unici indagati in relazione al caso, Giuseppe e Simone Santoleri, presenta numerose lacune.

Per quanto concerne la testimonianza fornita dalla farmacista di Tortoreto, il legale della difesa di Simone Santoleri solleva alcuni dubbi: secondo lui non ci sarebbero prove concrete del fatto che la signora abbia strisciato il codice fiscale della pittrice.

Sembrerebbe addirittura che la donna potrebbe far parte dell’ambiente collegato alla famiglia Santoleri in quanto frequenterebbe la palestra, sita sotto l’abitazione di Simone, di proprietà della supertestimone che ha fornito i più significativi elementi a carico di padre e figlio.

La nuova autopsia potrebbe finalmente dipanare la nebbia sul mistero della morte di Renata Rapposelli.