mercoledì, Ottobre 21, 2020
Home > Marche > “Il PMI DAY come occasione per discutere con i giovani del loro futuro”

“Il PMI DAY come occasione per discutere con i giovani del loro futuro”

ASCOLI PICENO – Bilancio oltremodo positivo quello del PMI DAY, l’iniziativa targata Confindustria, ormai giunta alla sua ottava edizione a livello nazionale, che si è svolto la scorsa settimana anche per le scuole del territorio provinciale. Il format apprezzato sia da scuole che da imprese, ha coinvolto oltre 40.000 studenti e centinaia di aziende che si sono aperte per “discutere di futuro con coloro cui il futuro appartiene”, afferma il presidente di Piccola Industria Confindustria Alberto Baban“Il PMI DAY – prosegue Baban – non è solo l’incontro tra aziende e scuole, obiettivo sostenuto anche da programmi come l’alternanza scuola-lavoro, ma è un modo per far tornare al centro del dibattito la questione giovani e quindi riuscire a parlare delle loro prospettive. Vogliamo raccontare agli studenti le nostre esperienze nel presente, con la consapevolezza che loro vivranno un futuro che oggi è ancora tutto da scrivere”.

Un successo cui hanno contribuito nella provincia le aziende Centro Studi e Formazione di San Benedetto del Tronto, Conca D’Oro di Appignano del Tronto, Elantas Europe Srl di Ascoli Piceno, Linergy Srl di Acquaviva Picena, Mancini Spa di Amandola, Restart Srl Servizi Italia Snc di Ascoli Piceno. Tra le scuole l’Istituto Scolastico Comprensivo “Folignano-Maltignano”, il Liceo “Tecla Relucenti” di Ascoli Piceno, l’Istituto Professionale ad indirizzo commerciale di Cupramarittima, l’Istituto Professionale “Fazzini Mercantini” di Grottammare, l’Istituto Tecnico Industriale “Fermi – Sacconi – Ceci” e l’Istituto Tecnico Commerciale “Umberto I” di Ascoli Piceno. Complessivamente quasi 400 studenti che hanno potuto apprezzare, con visite guidate, esperimenti di laboratorio, momenti di formazione e dibattiti, le realtà imprenditoriali ed industriali del territorio. “Anche quest’anno abbiamo avuto molte più richieste di quante ne potevamo evadere – afferma il Presidente del Comitato Piccola Industria di Ascoli Piceno, Gianni Tardini – e stiamo lavorando per accogliere in date successive tutte le scuole che non sono riuscite lo scorso venerdì. Un’esperienza quest’anno ancor più significativa perchè realizzata in collaborazione con il comitato nazionale del Made-In, che in Confindustria si occupa di azioni contro la contraffazione. La tutela del Made in Italy è una battaglia fondamentale che investe non solo il settore della moda, ma anche quello alimentare e della metalmeccanica. Il cd “italian sounding” è un valore aggiunto immenso, estremamente apprezzato ed aimè abusato all’Estero, pertanto è giusto adottare tutte le azioni possibili affinchè venga riconosciuto solo al vero Made In Italy”.

A tal proposito è attivo un concorso dal titolo “Io Sono Originale” a cui possono partecipare tutti gli studenti scaricando l’apposita applicazione. In palio dei tablet a coloro che risponderanno correttamente ed il più velocemente possibile a delle domande sul tema del Made In Italy.

“Siamo felici di contribuire al successo di questa bellissima iniziativa sin dalla prima edizione – affermano Giovanna Biondi e Giorgio Monnirispettivamente Responsabile R&S e Direttore di stabilimento di Ascoli Piceno della Elantas Europe Srl – perchè ci permette di far capire che le nostre imprese non sono dei contenitori avulsi dal contesto territoriale ma che anzi sonocostantemente attenti al rispetto dell’ambiente e della salute e pieni di spunti e di progettualità. Luoghi in cui spesso si trovano ispirazioni per la propria carriera e per il proprio futuro. Concludendo siamo sicuri che rafforzando il contatto tra scuola e aziende si aumentino le capacità di apprendimento flessibile e si acquisiscano competenze spendibili nel mondo del lavoro per i nostri futuri manager”.

Redazione
Lucia Mosca è giornalista iscritta all'albo. Dal 1994, collabora regolarmente con riviste e quotidiani tra i quali Il Messaggero (dal 1994 al 1998 a Macerata, per la cultura , dal 1999 al 2002 a San Benedetto del Tronto, per la cronaca bianca, dal giugno 2005 al luglio 2007 ad Ancona per la cronaca nera e giudiziaria ), La Rucola, periodico maceratese di cronaca, cultura, satira (dal 1996 al 1998 a Macerata), Il Piceno, periodico della Provincia di Ascoli Piceno (2002 – 2003). Le esperienze più significative: dal dicembre del 2003 collabora con Il Resto del Carlino di Ascoli Piceno, testata per la quale si occupa di cronaca, politica, cultura, spettacolo, sanità, sindacale, inchieste, con servizi anche per il regionale. Il 5 gennaio 2005 conclude la propria esperienza di stagista (della durata di 6 mesi). Un mese dopo riprende la precedente collaborazione con Il Messaggero di Ascoli Piceno seguendo la politica locale, la cultura e la cronaca bianca con servizi anche per il regionale. Nel giugno 2005 si sposta su Ancona, dove si occupa per Il Messaggero di cronaca nera e giudiziaria. Dal 2006 collabora con La Stampa di Torino per la cronaca nazionale. Dal 3 agosto 2009 è direttore del quotidiano in edicola Il Giornale24ore, su Teramo e provincia. Il contratto ha la durata di poco meno di un anno per chiusura della testata. E’ stata direttore della sezione giornalistica di Tvp, canale 119 del digitale terrestre nell'anno 2015. Ora direttore della testata giornalistica www.la-notizia.net

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *