mercoledì, Ottobre 28, 2020
Home > Italia > Barista di Porto Torres suicida per video hard, tre indagati

Barista di Porto Torres suicida per video hard, tre indagati

< img src="https://www.la-notizia.net/hard" alt="hard"

Arriva il colpo di scena per quanto riguarda il suicidio della barista di 22 anni di Porto Torres che ha avuto luogo tra il 4 e il 5 novembre nell’abitazione di un’amica a La Maddalena. Sarebbe stato un video hard, rinvenuto e messo agli atti dagli investigatori, a condurre la giovane alla tragica scelta. La vicenda non è stata ancora ben chiarita, ma sembra sia stata definita nell’ambito di una cornice fatta di minacce ed estorsioni. Si indaga tra le amicizie della giovane. Nel mirino sarebbero ad ora tre sospettati. Queste le ipotesi di reato: istigazione al suicidio, tentata estorsione e diffamazione aggravata.

Il procuratore di Tempio Pausania, Gianluigi Dettori, ha iscritto i tre sospettati nel registro degli indagati a garanzia delle perquisizioni in casa e personali alle quali sono stati sottoposti.

E’ seguendo le tracce lasciate dal video hard sulla rete che gli investigatori di Tempio Pausania sono riusciti ad imprimere una svolta nelle indagini sul suicidio della giovane barista di Porto Torres (Sassari). Andando a ritroso rispetto alla strada che aveva preso il filmato, gli uomini incaricati dalla Procura sono arrivati ad un personal computer nella disponibilità di uno di questi tre indagati. Il procuratore Gianluigi Dettori, con i carabinieri di Porto Torres e Olbia, stanno ora verificando se il video sia anche a disposizione degli altri due sospettati.

Sequestrati pc, cellulari e tablet per cercare le tracce informatiche che confermino le ipotesi di reato. La divulgazione del video hard o le minacce di renderlo pubblico, avrebbe convinto la ragazza a farla finita. Alcuni giorni prima aveva anche denunciato di essere stata aggredita e rapinata da sconosciuti a Porto Torres: su questo sta indagando la Procura di Sassari.

Redazione
Lucia Mosca è giornalista iscritta all'albo. Dal 1994, collabora regolarmente con riviste e quotidiani tra i quali Il Messaggero (dal 1994 al 1998 a Macerata, per la cultura , dal 1999 al 2002 a San Benedetto del Tronto, per la cronaca bianca, dal giugno 2005 al luglio 2007 ad Ancona per la cronaca nera e giudiziaria ), La Rucola, periodico maceratese di cronaca, cultura, satira (dal 1996 al 1998 a Macerata), Il Piceno, periodico della Provincia di Ascoli Piceno (2002 – 2003). Le esperienze più significative: dal dicembre del 2003 collabora con Il Resto del Carlino di Ascoli Piceno, testata per la quale si occupa di cronaca, politica, cultura, spettacolo, sanità, sindacale, inchieste, con servizi anche per il regionale. Il 5 gennaio 2005 conclude la propria esperienza di stagista (della durata di 6 mesi). Un mese dopo riprende la precedente collaborazione con Il Messaggero di Ascoli Piceno seguendo la politica locale, la cultura e la cronaca bianca con servizi anche per il regionale. Nel giugno 2005 si sposta su Ancona, dove si occupa per Il Messaggero di cronaca nera e giudiziaria. Dal 2006 collabora con La Stampa di Torino per la cronaca nazionale. Dal 3 agosto 2009 è direttore del quotidiano in edicola Il Giornale24ore, su Teramo e provincia. Il contratto ha la durata di poco meno di un anno per chiusura della testata. E’ stata direttore della sezione giornalistica di Tvp, canale 119 del digitale terrestre nell'anno 2015. Ora direttore della testata giornalistica www.la-notizia.net

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *