mercoledì, Ottobre 21, 2020
Home > Mondo > Allerta Agung: aeroporto principale chiuso per nube di ceneri vulcaniche

Allerta Agung: aeroporto principale chiuso per nube di ceneri vulcaniche

< img src="https://www.la-notizia.net/agung" alt="agung"

Circa 50.000 viaggiatori sono bloccati a Bali dopo che la nube di cenere del vulcano Agung ha costretto le autorità a chiudere l’aeroporto internazionale di Denpasar. Tutti i voli sono stati cancellati e l’aeroporto rimarrà chiuso fino a nuovo avviso. C’erano stati timori che la situazione sarebbe peggiorata durante la notte e l’aeroporto si era preparato al peggio.

L’aeroporto internazionale è la principale porta di accesso per i turisti a Bali.

Le autorità hanno innalzato l’allarme del vulcano al più alto livello e ordinato alle persone entro 10 km dalla montagna di evacuare per il timore di una grande eruzione.

Il magma ha infatti raggiunto la superficie del vulcano, che minaccia di produrre “un’eruzione forte ed esplosiva”.

“L’attività del vulcano Agung è entrata nella fase di eruzione magmatica”, ha dichiarato un funzionario indonesiano domenica.

“Al momento sta ancora emettendo cenere, ma dobbiamo monitorare ed essere cauti riguardo alla possibilità di un’eruzione forte ed esplosiva.”

Il vulcano Agung si è attivato sabato sera e per ben tre volte ha dato segni di attività domenica.

Un video diffuso dell’agenzia indonesiana per l’attenuazione degli effetti delle catastrofi mostra acqua e detriti vulcanici scorrere lungo i pendii del vulcano Agung in eruzione a Bali, mentre la pioggia sta cadendo sull’isola. Il portavoce dell’agenzia Sutopo Purwo Nugroho ha detto che la colata di fango e cenere vulcanica miste ad acqua potrebbe ingrossarsi in quanto a Bali e’ in corso la stagione delle piogge. Le colate di fango possono muoversi rapidamente e sono cause di disastri durante le eruzioni vulcaniche.

Herson, il capo dell’autorità aeroportuale per Bali e Nusa Tenggara orientale, ha dichiarato di aver ricevuto “segnalazioni da parte dei piloti che le ceneri vulcaniche hanno raggiunto l’area sopra l’aeroporto”. Ha inoltre aggiunto che una valutazione della situazione dovrebbe essere condotta ogni sei ore: “Daremo ogni sei ore un aggiornamento sulla situazione”. (Foto Reuters)

Redazione
Lucia Mosca è giornalista iscritta all'albo. Dal 1994, collabora regolarmente con riviste e quotidiani tra i quali Il Messaggero (dal 1994 al 1998 a Macerata, per la cultura , dal 1999 al 2002 a San Benedetto del Tronto, per la cronaca bianca, dal giugno 2005 al luglio 2007 ad Ancona per la cronaca nera e giudiziaria ), La Rucola, periodico maceratese di cronaca, cultura, satira (dal 1996 al 1998 a Macerata), Il Piceno, periodico della Provincia di Ascoli Piceno (2002 – 2003). Le esperienze più significative: dal dicembre del 2003 collabora con Il Resto del Carlino di Ascoli Piceno, testata per la quale si occupa di cronaca, politica, cultura, spettacolo, sanità, sindacale, inchieste, con servizi anche per il regionale. Il 5 gennaio 2005 conclude la propria esperienza di stagista (della durata di 6 mesi). Un mese dopo riprende la precedente collaborazione con Il Messaggero di Ascoli Piceno seguendo la politica locale, la cultura e la cronaca bianca con servizi anche per il regionale. Nel giugno 2005 si sposta su Ancona, dove si occupa per Il Messaggero di cronaca nera e giudiziaria. Dal 2006 collabora con La Stampa di Torino per la cronaca nazionale. Dal 3 agosto 2009 è direttore del quotidiano in edicola Il Giornale24ore, su Teramo e provincia. Il contratto ha la durata di poco meno di un anno per chiusura della testata. E’ stata direttore della sezione giornalistica di Tvp, canale 119 del digitale terrestre nell'anno 2015. Ora direttore della testata giornalistica www.la-notizia.net

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *