sabato, Dicembre 4, 2021
Home > Arte, Cultura e Spettacoli > Teramo, le mostre in programma per il periodo natalizio

Teramo, le mostre in programma per il periodo natalizio

L’amministrazione comunale ha predisposto per il periodo natalizio una serie di mostre. La finalità è di favorire la promozione culturale e turistica del territorio, cercando di offrire iniziative stimolanti, coinvolgenti e qualificate; lo scopo è di  salvaguardare attività, patrimonio e risorse locali, cercando contestualmente di dare anche maggiore impulso al commercio. Inoltre, l’allestimento di eventi culturali che coinvolgono tutti gli spazi espositivi cittadini disponibili, risponde alla volontà di riprendere, ricostruire e soprattutto guardare al futuro, dopo gli eventi sismici e atmosferici che hanno drammaticamente interessato il territorio, per sostenere la rinascita psicologica e sociale dei cittadini, della cultura e dell’aggregazione sociale.

 

Sala Ipogea Di Piazza Garibaldi – dal 15 Dicembre 2017 al 14 Gennaio 2018

 “IpoART”, degli artisti: Ammazzalorso, Bosi, Buscetti, Celli, Chiodi, Di Antonio, Di Giulio, Michini, Pace, Paternò A.G., Ranalli, Tarli.

La mostra prevede la partecipazione di artisti teramani e rappresenta un evento di spessore notevole; l’esposizione di opere di pittura, scultura e installazioni, con il coinvolgimento degli artisti secondo peculiari ed autonome partecipazioni, propone un’autentica declinazione espressiva delle singole personalità.

 

L’ARCA – dal 16 Dicembre 2017 al 31 Gennaio 2018

Mostra di Fabrizio Sciocchini: “Coro Dei Fiori”

Fabrizio Sclocchini, artista teramano, ha preso parte a numerose e prestigiose mostre. La mostra fotografica si configura in una prima sezione di immagini di fiori, con riferimenti alla poetica di leopardiana memoria, e in una seconda sezione con foto di casolari contadini abbandonati.

 

Pinacoteca Civica – proroga fino al 6 Gennaio della Mostra (inaugurata il 12 novembre 2017) di Franco Tommarelli

Artista teramano di grande creatività che dipinge improvvisazioni simili ad istantanee filmiche. Mostra pensata in tutta la sua complessità con un centinaio di opere selezionate che si dipanano in più sezioni. Le rispettive sale della mostra, così come le sezioni, riguardano cicli da lui trattati nel tempo, come il Risorgimento italiano, la ritrattistica, l’arte sacra e le scene di vita agreste – pastorale. In occasione di questa mostra l’artista ha donato al Comune di Teramo il dipinto “Giannina Milli nel salotto Maffei”, nel quale il pittore ritrae la poetessa teramana Giannina Milli al ricevimento memorabile del 31 dicembre 1859 nello storico salotto Maffei (nel dipinto oltre alla Milli sono raffigurati Massimo D’Azeglio, Cristina Belgioso, Clara Maffei e Alessandro Manzoni).

 

Il Sindaco Maurizio Brucchi ringrazia Franco Tommarelli per la sua donazione e altresì esprime un sincero plauso agli artisti teramani che, anche in sintonia con le finalità dell’amministrazione comunale,  proporranno i diversi appuntamenti espositivi.