giovedì, Ottobre 29, 2020
Home > Marche > San Benedetto del Tronto, il premio Truentum 2017 al prof. Uberto Crescenti

San Benedetto del Tronto, il premio Truentum 2017 al prof. Uberto Crescenti

Il rettore emerito dell’Università di Chieti sarà insignito della massima onorificenza cittadina

 

Il prof. Uberto Crescenti, dal 1985 al 1997 rettore dell’Università “Gabriele D’Annunzio” di Chieti, sambenedettese di nascita e con forti legami tuttora vivi con la città natale, sarà insignito del premio Truentum 2017. La massima onorificenza cittadina sarà consegnata nel corso di una pubblica cerimonia che si svolgerà nelle prossime settimane.

 

Lo ha deciso all’unanimità l’apposita commissione composta dagli ex sindaci e dai premiati delle precedenti edizioni. “Ringrazio tutti i componenti la commissione per l’accurato lavoro svolto – dice il sindaco Pasqualino Piunti – c’erano sul tavolo diverse candidature, tutte ampiamente meritevoli, e alla fine c’è stata la totale convergenza su questa mia proposta. Naturalmente i nominativi esaminati saranno tenuti nel debito conto per le future edizioni del premio”.

 

Uberto Crescenti, 82 anni, nasce a San Benedetto del Tronto. Si laurea a Roma nel 1957 in Scienze geologiche. Viene assunto dalla Montecatini come geologo per la ricerca di idrocarburi. Lavora lì per dieci anni, girando l’Italia. Nel 1963 arriva a Pescara, dove vive ancora oggi. Nel 1968 si dimette dalla Montecatini dopo aver vinto il concorso per la libera docenza universitaria. Lavora negli atenei di Perugia, L’Aquila e Ancona, dove nel 1975 ottiene la cattedra di ruolo. Nel 1984 passa alla facoltà di Architettura di Pescara, e nel 1985 viene eletto rettore. Resterà tale fino al 1997. È stato presidente della Società geologica italiana. E’ professore emerito della D’Annunzio. Un fossile porta il suo nome: la crescentilla.

 

È autore di oltre cento pubblicazioni scientifiche di altissimo livello tra cui quelle sull’Appennino meridionale e sull’Abruzzo in particolare.

Redazione
Lucia Mosca è giornalista iscritta all'albo. Dal 1994, collabora regolarmente con riviste e quotidiani tra i quali Il Messaggero (dal 1994 al 1998 a Macerata, per la cultura , dal 1999 al 2002 a San Benedetto del Tronto, per la cronaca bianca, dal giugno 2005 al luglio 2007 ad Ancona per la cronaca nera e giudiziaria ), La Rucola, periodico maceratese di cronaca, cultura, satira (dal 1996 al 1998 a Macerata), Il Piceno, periodico della Provincia di Ascoli Piceno (2002 – 2003). Le esperienze più significative: dal dicembre del 2003 collabora con Il Resto del Carlino di Ascoli Piceno, testata per la quale si occupa di cronaca, politica, cultura, spettacolo, sanità, sindacale, inchieste, con servizi anche per il regionale. Il 5 gennaio 2005 conclude la propria esperienza di stagista (della durata di 6 mesi). Un mese dopo riprende la precedente collaborazione con Il Messaggero di Ascoli Piceno seguendo la politica locale, la cultura e la cronaca bianca con servizi anche per il regionale. Nel giugno 2005 si sposta su Ancona, dove si occupa per Il Messaggero di cronaca nera e giudiziaria. Dal 2006 collabora con La Stampa di Torino per la cronaca nazionale. Dal 3 agosto 2009 è direttore del quotidiano in edicola Il Giornale24ore, su Teramo e provincia. Il contratto ha la durata di poco meno di un anno per chiusura della testata. E’ stata direttore della sezione giornalistica di Tvp, canale 119 del digitale terrestre nell'anno 2015. Ora direttore della testata giornalistica www.la-notizia.net

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *