sabato, Ottobre 16, 2021
Home > Mondo > Kim Jong-un: “Completeremo il nostro programma nucleare”

Kim Jong-un: “Completeremo il nostro programma nucleare”

< img src="https://www.la-notizia.net/kim-jong-un" alt="kim jong un"

Kim Jong-un ha promesso di “completare il programma di rafforzamento della potenza nucleare della Corea del Nord”, definendo l’obiettivo una “grande causa storica”.

Ha espresso le proprie opinioni ai migliori ufficiali militari nordcoreani dopo aver riferito di aver scalato la montagna più alta dello stato eremita.

I media di stato di Pyongyang hanno diffuso un’immagine del despota sulla cima del Monte Paektu, che il regime considera un luogo sacro.
In una dichiarazione ufficiale, l’agenzia di stampa centrale coreana ha affermato che Kim ha scalato la montagna di 2744 metri mentre “attraversava una fitta nevicata”.

Tuttavia, le immagini mostrano il leader che indossa abiti eleganti, comprese le scarpe di cuoio, e non ha con sé equipaggiamento specializzato.

In maniera ancora più bizzarra, il comunicato stampa descrive il dittatore nordcoreano con tempo soleggiato una volta raggiunto il picco.
Questo quanto riferito dalla nota: “Quando Kim Jong-un è salito in cima alla montagna, attraversando una fitta nevicata, ha mostrato un bel tempo senza precedenti nella tormenta dell’inverno dicembre, esponendo la sua maestosa figura”.

E ancora: “La montagna ha mostrato gioia per l’apparizione dell’illustre leader che controlla la natura”.

Nella propria relazione, Kim si è persino vantato della visibilità sulla montagna dopo il suo “miracolo del tempo”. Il ministro degli Esteri cinese ha manifestato nel frattempo la propria preoccupazione per il fatto che la crisi nella penisola coreana è entrata in un circolo vizioso di scontri.

Parlando a Pechino, Wang Yi ha detto: “Le prospettive non sono ottimistiche, ma allo stesso tempo si deve sperare che la pace sia ancora un obiettivo raggiungibile. Le prospettive per i negoziati esistono ancora e l’opzione di ricorrere alla forza non può essere accettata.”

La Corea del Nord sta perseguendo il programma di completamento della propria forza nucleare sfidando la condanna internazionale.

Gli Stati Uniti e la Corea del Sud hanno condotto esercitazioni militari su vasta scala questa settimana per contrastare la minaccia rappresentata da Pyongyang.

La Corea del Nord ha reagito con rabbia, dichiarando che le esercitazioni hanno reso lo scoppio della guerra “un fatto accertato”.
Il 29 novembre scorso, il regime di Kim ha lanciato un missile balistico intercontinentale che sarebbe in  grado di raggiungere il continente americano, suscitando l’allarme di Washington, che ha ammonito: “Se dovesse scoppiare la guerra, la Corea del Nord sarebbe completamente distrutta”.  Gli Stati Uniti hanno stabilito 28.500 soldati in Corea del sud, un retaggio della guerra di Corea negli anni ’50.

l.m.