giovedì, Ottobre 22, 2020
Home > Italia > Giuseppe Spinelli trovato morto nel B&B di San Colombano: omicidio o suicidio?

Giuseppe Spinelli trovato morto nel B&B di San Colombano: omicidio o suicidio?

< img src="https://www.la-notizia.net/giuseppe-spinelli" alt="giuseppe spinelli"

MILANO – Morte nel B&B di San Colombano al Lambro: l’ipotesi del suicidio, pur se non scartata e anzi vagliata dagli inquirenti come estremamente probabile, sembrerebbe non essere la sola. Si segue, ovviamente, anche la pista del possibile omicidio, visto e considerato che Giuseppe Spinelli, 34enne di Altamura (Bari) è stato trovato morto con un’ampia ferita alla gola, tagliata probabilmente da un pezzo di vetro, ed una alla testa che spiegherebbe il ritrovamento della pietra insanguinata. L’uomo sembrerebbe essere morto nella notte tra mercoledì e giovedì a seguito della serata trascorsa, secondo quanto dichiarato dall’amante 42enne, che condivideva con lui la stanza nel B&B, a cocaina, sesso e litigi. Dov’è la verità? Secondo indiscrezioni, i litigi sarebbero scaturiti dal fatto che Giuseppe Spinelli le avrebbe chiesto di lasciare il marito per non doverla più condividere con nessuno. E, all’ennesimo diniego della donna, sarebbe scattata la furia cieca.

Secondo quanto dichiarato dalla 42enne, il litigio avrebbe avuto inizio all’interno del B&B. E in effetti l’alloggio era stato messo a soqquadro. L’ematoma alla testa è stato forse causato dalla caduta a terra  dell’uomo in giardino dopo essersi squarciato la gola?
Giuseppe Spinelli, separato, a differenza della 42enne, aveva intrecciato la relazione con la donna un anno fa circa. Erano colleghi. I viaggi di lavoro – operavano entrambi per una azienda di telecomunicazioni –  offrivano loro la possibilità di vedersi in clandestinità e di staccare dalla routine.
L’escalation si sarebbe verificata intorno alle 4 del mattino. Unica testimone la donna.

Secondo una tra le possibili ricostruzioni dei fatti, Giuseppe Spinelli si sarebbe portato fuori dall’alloggio dopo il ferimento, trascinandosi in giardino fino a perdere i sensi e infine la vita.  La donna sarebbe stata trovata sporca di sangue. E se Spinelli l’avesse posta di fronte ad una scelta minacciando di raccontare tutto al marito? Gli inquirenti stanno esaminando ogni minimo dettaglio per arrivare quanto prima alla verità.

Lucia Mosca

Redazione
Lucia Mosca è giornalista iscritta all'albo. Dal 1994, collabora regolarmente con riviste e quotidiani tra i quali Il Messaggero (dal 1994 al 1998 a Macerata, per la cultura , dal 1999 al 2002 a San Benedetto del Tronto, per la cronaca bianca, dal giugno 2005 al luglio 2007 ad Ancona per la cronaca nera e giudiziaria ), La Rucola, periodico maceratese di cronaca, cultura, satira (dal 1996 al 1998 a Macerata), Il Piceno, periodico della Provincia di Ascoli Piceno (2002 – 2003). Le esperienze più significative: dal dicembre del 2003 collabora con Il Resto del Carlino di Ascoli Piceno, testata per la quale si occupa di cronaca, politica, cultura, spettacolo, sanità, sindacale, inchieste, con servizi anche per il regionale. Il 5 gennaio 2005 conclude la propria esperienza di stagista (della durata di 6 mesi). Un mese dopo riprende la precedente collaborazione con Il Messaggero di Ascoli Piceno seguendo la politica locale, la cultura e la cronaca bianca con servizi anche per il regionale. Nel giugno 2005 si sposta su Ancona, dove si occupa per Il Messaggero di cronaca nera e giudiziaria. Dal 2006 collabora con La Stampa di Torino per la cronaca nazionale. Dal 3 agosto 2009 è direttore del quotidiano in edicola Il Giornale24ore, su Teramo e provincia. Il contratto ha la durata di poco meno di un anno per chiusura della testata. E’ stata direttore della sezione giornalistica di Tvp, canale 119 del digitale terrestre nell'anno 2015. Ora direttore della testata giornalistica www.la-notizia.net

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *