domenica, Ottobre 24, 2021
Home > Mondo > Fallito attacco a New York, Akayed Ullah: “Ho agito per Gaza”

Fallito attacco a New York, Akayed Ullah: “Ho agito per Gaza”

< img src="https://www.la-notizia.net/ullah" alt="ullah"

L’attacco fallito al principale terminal degli autobus di New York City sarebbe stato motivato da una volontà di rappresaglia per gli attacchi degli Stati Uniti allo Stato islamico. Questo quanto riferito dai media statunitensi.

Akayed Ullah, immigrato del Bangladesh di 27 anni, è rimasto ferito quando l’ “ordigno a bassa tecnologia” finalizzato all’attentato è esploso, anticipatamente rispetto ai tempi previsti, al terminal dell’Autorità Portuale di Manhattan. Tre persone hanno riportato ferite lievi.

Ullah sarebbe nel frattempo in gravi condizioni in ospedale dopo aver subito ustioni quando il dispositivo, che era legato al suo corpo, è esploso in un sottopassaggio nel trafficato terminal.
Ha detto agli investigatori di essere stato ispirato dagli attacchi terroristici di Natale in Europa e ha scelto il terminal degli autobus dell’Autorità Portuale dopo aver visto un certo numero di manifesti natalizi sulle pareti della metropolitana.

La CNN riferisce che Ullah ha anche citato la recente azione israeliana a Gaza dopo che i missili sono stati lanciati contro Israele venerdì. Potrebbe aver lavorato di recente in una compagnia elettrica, secondo il New York Post. Ullah è emigrato negli Stati Uniti con un visto di famiglia nel 2011 dalla zona di Chittagong in Bangladesh. Il governo del Bangladesh afferma che non aveva precedenti penali nel paese.

Si ritiene che Ullah abbia agito da solo nell’attacco di lunedì, ha detto il sindaco De Blasio.
Il Governatore di New York, Andrew Cuomo, ha dichiarato: “Questa è New York, la realtà è che siamo un obiettivo di molti che vorrebbero fare una dichiarazione contro la democrazia, contro la libertà.
“Abbiamo la Statua della Libertà nel nostro porto e questo ci rende un bersaglio internazionale”.

L’esplosione è avvenuta verso le 07:30 (12:30 GMT). Andre Rodriguez, 62 anni, ha dichiarato al New York Times: “Stavo attraversando il cancello girevole, sembrava un’esplosione e tutti hanno iniziato a correre”.

Un’altra testimone oculare, Alicja Wlodkowski, ha detto all’agenzia di stampa Reuters di aver visto un gruppo di circa 60 persone che correvano: “Una donna è caduta e nessuno è mai andato a fermarsi per aiutarla perché il panico era così spaventoso”. Le stazioni della metropolitana vicine sono state evacuate e il terminal degli autobus dell’autorità portuale è temporaneamente chiuso.
È il terminal per autobus più grande e trafficato del mondo, con oltre 65 milioni di persone all’anno.