martedì, Novembre 30, 2021
Home > Italia > Sequestrata, violentata, picchiata per 24 ore: in manette due tunisini

Sequestrata, violentata, picchiata per 24 ore: in manette due tunisini

vieta

ASTI – L’orrore per lei è finito. Ed i suoi aguzzini sono finiti in manette. Una giovane di 30 anni è stata sequestrata, legata ad una brandina con il cavo di un telefono, in uno scantinato. Poi è stata picchiata e violentata per 24 ore consecutive da due tunisini. A liberarla è stata la polizia, ad Asti, dopo che il padre ne aveva denunciato la scomparsa venerdì.

Elemento di fondamentale importanza per la soluzione della vicenda è stato il cellulare che la trentenne è riuscita a nascondere agli occhi dei due tunisini e attravreso il quale è riuscita ad inviare dei messaggi ad un’amica tramite  Whatsapp: “Mi hanno rapito, aiutatemi”. Il telefonino ha anche consentito alla Squadra mobile di rintracciarla.

Ora sui due uomini pendono accuse pesanti: sequestro di persona, violenza sessuale e lesioni le accuse a vario titolo. Sono pregiudicati con precedenti per spaccio di droga. Probabilmente in passato   la vittima aveva avuto contatti con loro in quanto era stata tossicodipendente. Indagato in concorso un terzo tunisino.