sabato, agosto 17, 2019
Home > Italia > Milano, scuola elimina la parola Natale dall’invito: scoppia la bufera

Milano, scuola elimina la parola Natale dall’invito: scoppia la bufera

< img src="https://www.la-notizia.net/meteo" alt="meteo"

“Dopo i presepi e i crocefissi, ora anche le feste di Natale vengono ostacolate nelle scuole”. Queste le parole di denuncia di Samuele Piscina, Presidente del Municipio 2 di Milano e di Laura Luppi, Assessore alle politiche educative.

“È il caso dell’Istituto Comprensivo Italo Calvino, con sede in via Frigia vicino a viale Monza, dove la festa di Natale è stata trasformata in corso d’opera nella «Grande festa delle buone feste», tra le proteste di molti genitori”.

“La parola «Natale», simbolo della nostra fede e della nostra cultura, non discrimina nessuno. Colpire gli emblemi del Natale non garantisce il rispetto di nessuno, non produce una scuola e una società accoglienti e inclusive, ma fomenta l’intolleranza nei confronti della nostra cultura, dei nostri usi, delle nostre leggi e delle nostre tradizioni”.


“Anzi, – continuano i 2 esponenti – le scuole dovrebbero essere le prime custodi di queste tradizioni che appartengono alla nostra storia e che hanno profondamente e inevitabilmente segnato la nostra cultura con tutto ciò che ne è conseguito in termini di rispetto e di libertà. Ma ancora una volta la politica perbenista di sinistra rischia di intromettersi nelle aule privando i nostri bambini della gioia del Natale”.

“Crediamo fermamente – concludono gli esponenti della Giunta municipale – che le nostre tradizioni vadano rispettate. La scelta della scuola è un atto del tutto ingiustificato che non tiene conto della maggioranza dei bambini e per questo chiediamo venga subito cambiata reinserendo il riferimento natalizio”.

A protestare sarebbero anche stati molti genitori. Volendo includere tutti, forse, a ben vedere, con l’eliminazione della parola Natale dall’invito, il rischio è che alla fine la ricorrenza diventi la festa di nessuno.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: