venerdì, Gennaio 22, 2021
Home > Italia > Blitz dei Nas a Torino nel bistrot di Cannavacciuolo: due denunce

Blitz dei Nas a Torino nel bistrot di Cannavacciuolo: due denunce

< img src="https://www.la-notizia.net/cannavacciuolo" alt="cannavacciuolo"

Prodotti congelati sarebbero stati presentati come freschi. E a finire nei guai stavolta, per mano dei Nas, è l’amatissimo personaggio televisivo Antonino Cannavacciuolo, che ha aperto da pochi mesi a Torino il suo bistrot. Spiccata una doppia denuncia per frode in commercio nei riguardi del direttore della ristorazione e della moglie dello chef, responsabile della società Ca.Pri. a cui è legata la catena di ristoranti, compreso quello di Torino.

Secondo quanto riportato dal quotidiano La Stampa, nell’arco delle ultime settimane Asl e carabinieri avrebbero dato il via ad una serie di verifiche e controlli nei locali più in di TorinoE nel mirino è finito anche il Cannavacciuolo Bistrot. Questa l’irregolarità che sarebbero state rilevata: prodotti congelati fatti passare per freschi sul menù. E sono così partite le denunce.  Cannavacciuolo è il noto protagonista della trasmissione televisiva “Cucine da incubo”, che lo vede risolvere situazioni disastrose nei ristoranti di tutta Italia.

“L’indicazione – spiega lo chef – si trovava in fondo alla carta. Abbiamo sbagliato, ma non c’era malafede. È corretto che i ristoranti siano sottoposti a controlli: ma se c’è menù non è scritto nel modo giusto, forse potrebbe bastare un avvertimento”.

Redazione
Lucia Mosca è giornalista iscritta all'albo. Dal 1994, collabora regolarmente con riviste e quotidiani tra i quali Il Messaggero (dal 1994 al 1998 a Macerata, per la cultura , dal 1999 al 2002 a San Benedetto del Tronto, per la cronaca bianca, dal giugno 2005 al luglio 2007 ad Ancona per la cronaca nera e giudiziaria ), La Rucola, periodico maceratese di cronaca, cultura, satira (dal 1996 al 1998 a Macerata), Il Piceno, periodico della Provincia di Ascoli Piceno (2002 – 2003). Le esperienze più significative: dal dicembre del 2003 collabora con Il Resto del Carlino di Ascoli Piceno, testata per la quale si occupa di cronaca, politica, cultura, spettacolo, sanità, sindacale, inchieste, con servizi anche per il regionale. Il 5 gennaio 2005 conclude la propria esperienza di stagista (della durata di 6 mesi). Un mese dopo riprende la precedente collaborazione con Il Messaggero di Ascoli Piceno seguendo la politica locale, la cultura e la cronaca bianca con servizi anche per il regionale. Nel giugno 2005 si sposta su Ancona, dove si occupa per Il Messaggero di cronaca nera e giudiziaria. Dal 2006 collabora con La Stampa di Torino per la cronaca nazionale. Dal 3 agosto 2009 è direttore del quotidiano in edicola Il Giornale24ore, su Teramo e provincia. Il contratto ha la durata di poco meno di un anno per chiusura della testata. E’ stata direttore della sezione giornalistica di Tvp, canale 119 del digitale terrestre nell'anno 2015. Ora direttore della testata giornalistica www.la-notizia.net

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *