venerdì, Gennaio 22, 2021
Home > Italia > Piazzapulita: dal crack delle banche al nuovo massacrante mondo del commercio

Piazzapulita: dal crack delle banche al nuovo massacrante mondo del commercio

Formigli ed il giornalismo d’inchiesta

 

Dopo il record di ascolti della scorsa settimana la puntata pre-natalizia di Piazzapulita su La7 si è presentata agguerrita pronta ad andare a fondo con inchieste dettagliate su tematiche scottanti. Non sono mancati ospiti della politica come il rappresentate ( fino a fine legislatura) del M5S Alessandro Di Battista ed il rappresentante del PD Orfini.

Si è parlato del crack delle banche, affrontando e sviscerando nel dettaglio l’accaduto di questi mesi ponendo in particolare l’accento su ciò che è emerso dall’attività della commissione d’inchiesta voluta proprio dall’allora governo Renzi.

Sconcertante ma non troppo è stato verificare la presa di posizione del rappresentante PD: nonostante sia stato messo di fronte a prove tangibili da parte dei giornalisti, ospiti di Formigli in studio, ha tentato di trovare spiegazioni plausibili che giustificassero la sua collega Maria Elena Boschi.

L’anchorman si è rivelato perfetto padrone di casa: Formigli ha incalzato con le domande, a volte anche in modo duro, ma il rappresentante del M5S ha risposto senza esitare a tutto, anche quando si è parlato della campagna elettorale, smentendo in modo categorico ciò che è stato riportato da un noto quotidiano: “ Di Maio in caso di vittoria vorrebbe governare alleandosi con il Pd ma senza Renzi”.
Di Battista ha spiegato : “Non è assolutamente così, quel quotidiano ha detto una….”
Dall’inchiesta banche si è passati poi a discutere del nuovo modo di fare acquisti on line, in particolare da un noto sito che ha molte sedi tra cui in Italia e che nonostante abbia impiegati a tempo determinato e indeterminato non permette la crescita interna e il salario non è dei migliori. Si è messo in evidenza come con questo modo di fare mercato si penalizzano i commercianti.
Queste le parole di Vittorio Sgarbi, ospite in studio: “Il modello americano mi fa schifo. Sono per il modello italiano” Davvero i robot sono per quest’azienda i lavoratori modello? Finisce così l’ ultima puntata del 2017. Formigli dà a tutti appuntamento a Gennaio 2018. Piazzapulita ha realizzato uno share del 5,64%, con una media di 1.051.000 telespettatori.

LuciaDErrico70

( fonte foto e tweet: @luciaderrico70 @piazzapulitala7 )

Redazione
Lucia Mosca è giornalista iscritta all'albo. Dal 1994, collabora regolarmente con riviste e quotidiani tra i quali Il Messaggero (dal 1994 al 1998 a Macerata, per la cultura , dal 1999 al 2002 a San Benedetto del Tronto, per la cronaca bianca, dal giugno 2005 al luglio 2007 ad Ancona per la cronaca nera e giudiziaria ), La Rucola, periodico maceratese di cronaca, cultura, satira (dal 1996 al 1998 a Macerata), Il Piceno, periodico della Provincia di Ascoli Piceno (2002 – 2003). Le esperienze più significative: dal dicembre del 2003 collabora con Il Resto del Carlino di Ascoli Piceno, testata per la quale si occupa di cronaca, politica, cultura, spettacolo, sanità, sindacale, inchieste, con servizi anche per il regionale. Il 5 gennaio 2005 conclude la propria esperienza di stagista (della durata di 6 mesi). Un mese dopo riprende la precedente collaborazione con Il Messaggero di Ascoli Piceno seguendo la politica locale, la cultura e la cronaca bianca con servizi anche per il regionale. Nel giugno 2005 si sposta su Ancona, dove si occupa per Il Messaggero di cronaca nera e giudiziaria. Dal 2006 collabora con La Stampa di Torino per la cronaca nazionale. Dal 3 agosto 2009 è direttore del quotidiano in edicola Il Giornale24ore, su Teramo e provincia. Il contratto ha la durata di poco meno di un anno per chiusura della testata. E’ stata direttore della sezione giornalistica di Tvp, canale 119 del digitale terrestre nell'anno 2015. Ora direttore della testata giornalistica www.la-notizia.net

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *