lunedì, Novembre 30, 2020
Home > Italia > Chiude un rumeno in magazzino: concluse le indagini per sequestro di persona

Chiude un rumeno in magazzino: concluse le indagini per sequestro di persona

Il Pubblico Ministero del Tribunale di Castrovillari, in forza alla Procura della Repubblica, ha concluso le indagini per il trentaduenne rossanese A.P. assistito e difeso di fiducia dall’avvocato Giuseppe Vena.

L’uomo e’ risultato essere destinatario di un avviso della conclusione delle indagini preliminari poichè indagato per un grave episodio di sequestro di persona , avvenuto in Rossano, ai danni di un soggetto di nazionalità straniera, rumeno, residente in Rossano.

L’avvocato Giuseppe Vena ha, quindi, subito, depositato una memoria difensiva in favore del proprio assistito ove ha richiesto l’archiviazione del caso.

Nel particolare dei fatti, il Pubblico Ministero ha iscritto il trentaduenne nel registro degli indagati perchè a suo carico vi sono, secondo l’accusa, gravi e precisi indizi di colpevolezza nella formulata ipotesi contestata di sequestro di persona poichè avrebbe obbligato con forza il cittadino straniero ad entrare in un magazzino dove lo avrebbe chiuso a chiave, privandolo della sua capacità di autodeterminazione e della propria libertà personale.

Lo straniero, dopo alcune ore, sarebbe riuscito a telefonare alla locale compagnia carabinieri e richiedere un pronto intervento liberatorio.

I militari della benemerita raggiunto il luogo del reato, effettivamente trovarono l’uomo rinchiuso all’interno del magazzino che gridava ad alta voce , per farsi udire.

A seguito di tali fatti il rossanese venne condotto presso la caserma dei carabinieri e stante la flagranza del reato, tratto in arresto per il reato di sequestro di persona.

Nell’immediatezza dei fatti l’uomo ha inteso nominare quale proprio difensore di fiducia il penalista coriglianese Giuseppe Vena.

 

Redazione
Lucia Mosca è giornalista iscritta all'albo. Dal 1994, collabora regolarmente con riviste e quotidiani tra i quali Il Messaggero (dal 1994 al 1998 a Macerata, per la cultura , dal 1999 al 2002 a San Benedetto del Tronto, per la cronaca bianca, dal giugno 2005 al luglio 2007 ad Ancona per la cronaca nera e giudiziaria ), La Rucola, periodico maceratese di cronaca, cultura, satira (dal 1996 al 1998 a Macerata), Il Piceno, periodico della Provincia di Ascoli Piceno (2002 – 2003). Le esperienze più significative: dal dicembre del 2003 collabora con Il Resto del Carlino di Ascoli Piceno, testata per la quale si occupa di cronaca, politica, cultura, spettacolo, sanità, sindacale, inchieste, con servizi anche per il regionale. Il 5 gennaio 2005 conclude la propria esperienza di stagista (della durata di 6 mesi). Un mese dopo riprende la precedente collaborazione con Il Messaggero di Ascoli Piceno seguendo la politica locale, la cultura e la cronaca bianca con servizi anche per il regionale. Nel giugno 2005 si sposta su Ancona, dove si occupa per Il Messaggero di cronaca nera e giudiziaria. Dal 2006 collabora con La Stampa di Torino per la cronaca nazionale. Dal 3 agosto 2009 è direttore del quotidiano in edicola Il Giornale24ore, su Teramo e provincia. Il contratto ha la durata di poco meno di un anno per chiusura della testata. E’ stata direttore della sezione giornalistica di Tvp, canale 119 del digitale terrestre nell'anno 2015. Ora direttore della testata giornalistica www.la-notizia.net

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *