sabato, Dicembre 4, 2021
Home > Italia > Terremoto, dieci scosse nella notte tra Arquata ed Amatrice

Terremoto, dieci scosse nella notte tra Arquata ed Amatrice

Un territorio ormai flagellato e martoriato che non può smettere di avere paura. Nella notte si sono susseguite dieci scosse di terremoto, che hanno riportato la paura nell’area di Amatrice.  Non è stato registrato nessun danno a persone o cose.  I dati sono stati diffusi dall’Istituto nazionale di geofisica e vulcanologia. Lo sciame sismico è stato registrato a partire dalla mezzanotte. La magnitudo è stata di 2.7 con epicentro a nove chilometri da Amatrice (in provincia di Rieti) e due di magnitudo 2.6 a sette chilometri da Arquata del Tronto (in provincia di Ascoli Piceno).

Nel frattempo per molti terremotati del Centro Italia la “soluzione abitativa d’emergenza” (Sae) attesa da oltre un anno e promessa per Natale, si è rivelata una beffa.

Slitta infatti a Sarnano, in provincia di Macerata, la consegna di nove Sae. Gli operai del consorzio Arcale dovranno eliminare le criticità più volte segnalate.

A Caldarola, invece, 41 famiglie hanno deciso di entrare nelle casette malgrado la denuncia del sindaco sulla loro inadeguatezza. Il primo cittadino Luca Maria Giuseppetti aveva in ogni caso lasciato ai cittadini la decisione se prenderne possesso o meno.

“Ho riconsegnato le chiavi all’Erap – ha spiegato il sindaco di Sarnano Franco Ceregioli -. Vorrei assegnare le Sae il prima possibile ma non voglio mettere fretta: se gli operai, che oggi erano presenti in gran numero. Lavoreranno così anche nei prossimi giorni”.