lunedì, Novembre 30, 2020
Home > Italia > L’autopsia conferma: Sofiya Melnyk è stata uccisa

L’autopsia conferma: Sofiya Melnyk è stata uccisa

< img src="https://www.la-notizia.net/sofiya-melnyk" alt="sofiya melnyk"

L’autopsia lo conferma: Sofiya Melnyk è stata uccisa. E non sussistono più dubbi sul fatto che sia suo il cadavere rinvenuto per caso sul Monte Grappa. La donna, 43 anni, interprete ucraina, è stata uccisa e gettata dentro un sacco dell’immondizia in una scarpata.

Sofiya era scomparsa il 15 novembre scorso da Cornuda, nel trevigiano. Il suo compagno da 16 anni, Pascal Daniel, albanese, era stato trovato suicida dieci giorni dopo la scomparsa della donna. Il suo corpo era stato recuperato in un  dirupo spesso utilizzato  come discarica.

Tre uomini – il convivente Pascal da 16 anni, l’amante storico e un nuovo amore – ne avevano denunciato la scomparsa dai carabinieri. Ed è stato proprio il nuovo amore, medico trevigiano 60enne, a riconoscere gli stivaletti della donna.

Il corpo è rimasto per più di un mese in quella sorta di discarica a cielo aperto. L’esame autoptico, eseguito dal dottor Alberto Furlanetto , sembrerebbe escludere che la morte possa essere stata provocata da armi da fuoco o da taglio. L’ autopsia di Sofiya Melnyk ha anche messo in evidenza la presenza di numerosi traumi che, secondo l’anatomopatologo, potrebbero essere stati causati da colpi inferti con corpi contundenti, come un bastone, o con calci, ma che potrebbero essere legati anche alla caduta nella scarpata.

Per quanto riguarda l’ipotesi strangolamento, si dovrà invece attendere l’esito della Tac e di altri accertamenti radiografici e istologici. Secondo gli inquirenti l’ipotesi al momento più probabile resta quella dell’omicidio-suicidio. Ed il principale indiziato resta appunto Albanese, ex consulente finanziario, che aveva saputo delle altre storie sentimentali di Sofiya ma non riusciva a mettersi l’anima in pace.

Dal 2009 la donna frequentava un geologo settantenne emiliano, che le pagava il mutuo della casa, ma poi era entrato in scena il medico trevigiano 60enne che per primo ha lanciato l’allarme dopo la sua scomparsa. E lei pensava di rifarsi una vita.

Pascal, prima di uccidersi, ha detto ai carabinieri, rivela la Tribuna di Treviso, che Sofiya il 15 novembre avrebbe dovuto incontrare due persone. Sarebbero esperti di investimenti, ma c’è da chiedersi se questi individui esistono davvero. C’è poi un’ultima possibilità ancora più incredibile. Qualcuno potrebbe aver ucciso non solo Sofiya, ma potrebbe anche essere responsabile anche della morte di Pascal.

Lucia Mosca

Redazione
Lucia Mosca è giornalista iscritta all'albo. Dal 1994, collabora regolarmente con riviste e quotidiani tra i quali Il Messaggero (dal 1994 al 1998 a Macerata, per la cultura , dal 1999 al 2002 a San Benedetto del Tronto, per la cronaca bianca, dal giugno 2005 al luglio 2007 ad Ancona per la cronaca nera e giudiziaria ), La Rucola, periodico maceratese di cronaca, cultura, satira (dal 1996 al 1998 a Macerata), Il Piceno, periodico della Provincia di Ascoli Piceno (2002 – 2003). Le esperienze più significative: dal dicembre del 2003 collabora con Il Resto del Carlino di Ascoli Piceno, testata per la quale si occupa di cronaca, politica, cultura, spettacolo, sanità, sindacale, inchieste, con servizi anche per il regionale. Il 5 gennaio 2005 conclude la propria esperienza di stagista (della durata di 6 mesi). Un mese dopo riprende la precedente collaborazione con Il Messaggero di Ascoli Piceno seguendo la politica locale, la cultura e la cronaca bianca con servizi anche per il regionale. Nel giugno 2005 si sposta su Ancona, dove si occupa per Il Messaggero di cronaca nera e giudiziaria. Dal 2006 collabora con La Stampa di Torino per la cronaca nazionale. Dal 3 agosto 2009 è direttore del quotidiano in edicola Il Giornale24ore, su Teramo e provincia. Il contratto ha la durata di poco meno di un anno per chiusura della testata. E’ stata direttore della sezione giornalistica di Tvp, canale 119 del digitale terrestre nell'anno 2015. Ora direttore della testata giornalistica www.la-notizia.net

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *