mercoledì, Luglio 8, 2020
Home > Mondo > Corea del Nord: Trump accusa la Cina di consentire i trasferimenti di petrolio

Corea del Nord: Trump accusa la Cina di consentire i trasferimenti di petrolio

< img src="https://www.la-notizia.net/cina" alt="cina"

Il presidente degli Stati Uniti Donald Trump ha dichiarato di essere “molto deluso” dalla Cina a seguito di un rapporto secondo cui avrebbe consentito il trasferimento di petrolio nella Corea del Nord.

In un tweet, Trump ha detto che la Cina è stata “colta in flagrante”.

Ha detto che non ci potrà mai essere “una soluzione amichevole” alla crisi della Corea del Nord se il petrolio continua ad essere esportato a Pyongyang.

In precedenza, la Cina ha negato che vi fosse stata una violazione delle sanzioni petrolifere delle Nazioni Unite tra la Cina e la Corea del Nord.

La settimana scorsa, Pechino ha sostenuto la risoluzione delle Nazioni Unite redatta dagli Stati Uniti che includeva misure per ridurre le importazioni di petrolio della Corea del Nord fino al 90%.
Le nuove e dure sanzioni sono state un nuovo tentativo di arginare i controversi test sui missili balistici di Pyongyang.

L’ultima bordata del presidente Trump contro la Cina è arrivata dopo che il quotidiano sudcoreano Chosun Ilbo ha riferito che le petroliere cinesi avevano segretamente trasferito petrolio in mare a navi della Corea del Nord.

Citando i funzionari governativi sudcoreani, ha detto che i trasferimenti illegali sono stati ripresi dai satelliti spia statunitensi in circa 30 occasioni a partire dal mese di ottobre.

 

La Cina, principale partner commerciale della Corea del Nord, ha ripetutamente affermato di applicare pienamente tutte le risoluzioni delle Nazioni Unite contro Pyongyang.
Il portavoce del ministro della Difesa cinese Ren Guoqiang, interrogato a proposito dei rapporti sui trasferimenti di petrolio da nave a nave, ha detto ai giornalisti: “La situazione che mi viene esposta non esiste”.

Il portavoce del dipartimento di stato americano Michael Cavey ha ribadito le richieste di tutti i paesi di tagliare i legami economici con la Corea del Nord.

“Esortiamo la Cina a porre fine a tutti i legami economici con la Corea del Nord, compreso il turismo e la fornitura di petrolio o prodotti petroliferi”, ha detto.

Il Consiglio di sicurezza delle Nazioni Unite ha recentemente negato l’accesso al porto internazionale a quattro navi nordcoreane sospettate di trasportare merci bandite, ha riferito l’agenzia di stampa AFP. Salirebbe quindi a otto il numero totale di navi bloccate dall’ONU.

Le ultime misure delle Nazioni Unite sono arrivate in risposta al lancio da parte di Pyongyang del 28 novembre di un missile balistico. In una risposta tipicamente bellicosa, la Corea del Nord ha descritto le nuove sanzioni come un “atto di guerra“. (Foto Daily Star, fonte BBC news)

Lucia Mosca

Redazione
Lucia Mosca è giornalista iscritta all'albo. Dal 1994 al 2015 ha collaborato regolarmente con riviste e quotidiani tra i quali Il Messaggero, Il Resto del Carlino, La Stampa di Torino per la cronaca nazionale. Nel 2009 è direttore del quotidiano teramano in edicola Il Giornale24ore, su Teramo e provincia. Ora direttore della testata giornalistica on line la-notizia.net

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

WP2Social Auto Publish Powered By : XYZScripts.com