sabato, Novembre 28, 2020
Home > Mondo > Iran, proseguono gli scontri: otto le vittime della repressione

Iran, proseguono gli scontri: otto le vittime della repressione

Le Guardie della Rivoluzione si scontrano con i manifestanti in Iran dopo l’avvertimento di Trump: “Il mondo vi sta guardando”. Le immagini che arrivano dalla capitale iraniana Teheran mostrano che le forze di polizia e di sicurezza caricano i contestatori nel terzo giorno di marcia contro la dirigenza politica e religiosa del paese per la corruzione ed il carovita.

E’ di otto morti il bilancio degli scontri durante le proteste contro il governo a Droroud, nel Lorestan: sei persone sono state uccise e diverse altre ferite quando agenti della Guardia Rivoluzionaria hanno sparato per disperdere una manifestazione, nell’Iran centrale. Siti web dell’opposizione hanno pubblicato online filmati in cui si vedono migliaia di persone che partecipano a manifestazioni di protesta notturne. Altre due persone sono state uccise nelle ore successive.

I disordini per il carovita si sono manifestati nella rabbia espressa contro la leadership politico-religiosa del paese – e quindi anche contro la guida suprema dell’Iran, l’Ayatollah Ali Khamenei.

Armi leggere e armi pesanti sono state i mezzi impiegati per reprimere i disordini. I riflettori sono puntati sulle proteste mentre il presidente degli Stati Uniti Donald Trump ha avvertito che “il mondo vi sta guardando” in un post su Twitter.

La furia è stata provocata dall’aumento dei prezzi dei generi alimentari e dell’inflazione. Anche marce filogovernative si sono tenute ieri contro il crescente scontento, con il popolo che sventolava cartelloni che mostravano l’ayatollah e il presidente.

Redazione
Lucia Mosca è giornalista iscritta all'albo. Dal 1994, collabora regolarmente con riviste e quotidiani tra i quali Il Messaggero (dal 1994 al 1998 a Macerata, per la cultura , dal 1999 al 2002 a San Benedetto del Tronto, per la cronaca bianca, dal giugno 2005 al luglio 2007 ad Ancona per la cronaca nera e giudiziaria ), La Rucola, periodico maceratese di cronaca, cultura, satira (dal 1996 al 1998 a Macerata), Il Piceno, periodico della Provincia di Ascoli Piceno (2002 – 2003). Le esperienze più significative: dal dicembre del 2003 collabora con Il Resto del Carlino di Ascoli Piceno, testata per la quale si occupa di cronaca, politica, cultura, spettacolo, sanità, sindacale, inchieste, con servizi anche per il regionale. Il 5 gennaio 2005 conclude la propria esperienza di stagista (della durata di 6 mesi). Un mese dopo riprende la precedente collaborazione con Il Messaggero di Ascoli Piceno seguendo la politica locale, la cultura e la cronaca bianca con servizi anche per il regionale. Nel giugno 2005 si sposta su Ancona, dove si occupa per Il Messaggero di cronaca nera e giudiziaria. Dal 2006 collabora con La Stampa di Torino per la cronaca nazionale. Dal 3 agosto 2009 è direttore del quotidiano in edicola Il Giornale24ore, su Teramo e provincia. Il contratto ha la durata di poco meno di un anno per chiusura della testata. E’ stata direttore della sezione giornalistica di Tvp, canale 119 del digitale terrestre nell'anno 2015. Ora direttore della testata giornalistica www.la-notizia.net

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *