sabato, Ottobre 16, 2021
Home > Marche > Bimbo morto a Cupramontana: padre in stato di fermo

Bimbo morto a Cupramontana: padre in stato di fermo

Bimbo morto a Cupramontana: è in stato di fermo indiziato di delitto il padre, 25enne di origini macedoni sospettato di avere ucciso il figlioletto di 5 anni, soffocandolo o strozzandolo a mani nude. Dopo ore ed ore di interrogatorio ad opera del pm Valentina Bavai, l’uomo è apparso confuso e ha fornito risposte non del tutto coerenti, tali comunque da fornire sufficienti elementi di colpevolezza.

Il bimbo è morto ieri pomeriggio dopo l’inutile tentativo di salvarlo da parte degli operatori sanitari. Il padre, da quanto è stato possibile riscontrare, avrebbe avuto da tempo problemi di natura psichiatrica. Secondo una prima ricostruzione dei fatti, il piccolo potrebbe essere stato afferrato per il collo fuori della palazzina di tre piani dove vive la famiglia.

L’ipotesi è che sia accaduto all’interno dell’auto del padre, posta sotto sequestro. Solo in un secondo momento il bambino sarebbe stato portato in casa ancora agonizzante con l’intervento di alcuni familiari. A quel punto sarebbe stata allertata  la Croce Verde. Purtroppo per il bimbo non c’è stato nulla da fare.

La famiglia (un altro bambino e la madre, incinta di un terzo figlio, oltre ad altri parenti, tra cui il padre del 25enne) non era seguita dai servizi sociali del Comune, perché – come dichiarato dal sindaco Luigi Cerioni – non aveva chiesto assistenza.