mercoledì, dicembre 12, 2018
Home > Mondo > Giochi olimpici, è disgelo tra le due Coree. Ma rimane il nodo nucleare

Giochi olimpici, è disgelo tra le due Coree. Ma rimane il nodo nucleare

< img src="https://www.la-notizia.net/giochi.jpg" alt="giochi"

Nella giornata di ieri la Corea del Sud ha espresso la speranza di tenere colloqui a livello operativo con il Nord per discutere della sua partecipazione alle Olimpiadi invernali di PyeongChang già da questa settimana. Lo riferisce l’agenzia di stampa ufficiale Yonhap.

Martedì, durante la riunione tra le due parti, la Corea del Nord si è offerta di inviare una delegazione di alto livello: atleti, cheerleader, giornalisti e squadre di dimostrazione del taekwondo a PyeongChang.

“Siamo sempre aperti ai colloqui e prevediamo di consultarci con la Corea del Nord il prima possibile”,  ha detto Baik Tae-hyun, portavoce del ministero dell’unificazione, nel corso di conferenza stampa.

Seul prevede di formare una task force governativa la prossima settimana per preparare la partecipazione del Nord ai Giochi olimpici invernali.

Si è paventata l’ipotesi che il possibile sostegno finanziario di Seul per l’alloggio della delegazione potrebbe risultare in violazione delle sanzioni relative al contenimento degli afflussi di valuta forte al Nord.

Il ministero degli esteri di Seul ha dichiarato martedì che il governo potrebbe prendere in considerazione l’eventualità di allentare temporaneamente le sanzioni contro la Corea del Nord, se necessario, per consentire ai funzionari nordcoreani di visitare il sud.

Nel 2014, la Corea del Sud ha fornito 413 milioni di won a sostegno della partecipazione della Corea del Nord ai Giochi asiatici di Incheon, a ovest di Seul.

Nel 2003, il governo ha speso 900 milioni di won per sostenere gli atleti del Nord per le Universiadi estive tenutesi nella città meridionale di Daegu. Seul ha inoltre offerto 1,36 miliardi di won alla delegazione della Corea del Nord ai Giochi asiatici di Busan del 2002.

 

Le due Coree non hanno accettato di sfilare insieme sotto una bandiera coreana unificata durante le cerimonie di apertura e di chiusura, ma Seul ha detto che le due Coree “si sono avvicinate” sulla questione delle parate congiunte e degli eventi culturali.

Certo rimane da sciogliere il nodo nucleare. Il governo sudcoreano ha in ogni caso ribadito con fermezza “che a nuove provocazioni seguiranno nuove sanzioni”.

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright La-Notizia.net

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: