domenica, Ottobre 17, 2021
Home > Mondo > False dichiarazioni sulla nazionalità: l’Austria respinge 3000 migranti

False dichiarazioni sulla nazionalità: l’Austria respinge 3000 migranti

< img src="https://www.la-notizia.net/diritti" alt="diritti"

In Austria la polizia ha negato l’ingresso a 3000 migranti negli ultimi 20 giorni, perché hanno fornito false informazioni sulla loro nazionalità. Questo sviluppo è il risultato di controlli più severi al valico di confine con la Slovenia, ha detto il portavoce della polizia Rainer Dionisio. Dal paese vicino, circa 3.000 migranti arrivano in Austria ogni giorno.
Intervistati, i nuovi arrivati identificano il loro paese d’origine con la Siria, l’Iraq o altri paesi in guerra in Medio Oriente. Ma gli interpreti controllano il loro accento. Se si scopre che tali persone  hanno mentito sulla loro nazionalità, vengono respinte.

In precedenza, la polizia austriaca aveva riferito che la Germania aveva negato l’ingresso a circa 200 migranti nelle ultime settimane perché non potevano presentare documenti di identità validi o volevano chiedere asilo in altri paesi dell’UE.

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright La-Notizia.net