domenica, Ottobre 17, 2021
Home > Abruzzo > La uccise per un tablet: in aula davanti al Gup l’assassino di Jennifer

La uccise per un tablet: in aula davanti al Gup l’assassino di Jennifer

PESCARA – E’ in corso nel tribunale di Pescara l’udienza preliminare del processo sull’omicidio di Jennifer Sterlecchini, uccisa a 26 anni il 2 dicembre 2016 dall’ex fidanzato, il 34enne Davide Troilo. Presente in aula l’imputato che, accusato di omicidio volontario pluriaggravato da futili motivi e premeditazione, sarà giudicato con rito abbreviato dal gup Nicola Colantonio.

L’accusa è rappresentata dal Pm Anna Rita Mantini. Oggi sarà illustrata la perizia del consulente nominato dal giudice secondo la quale Troilo, al momento dei fatti, era capace di intendere e di volere. Subito dopo è prevista la discussione e, a meno di rinvii dell’ultimo momento, la decisione del gup. All’esterno dell’aula la madre e il fratello di Jennifer, Fabiola Bacci e Jonathan Sterlecchini, parti civili insieme a Comune di Pescara, Regione Abruzzo e associazione Ananke.

Presenti anche la nonna, amici della famiglia ed esponenti di associazioni. Molti indossano magliette bianche con una foto della ragazza. (Fonte ANSA)