lunedì, Ottobre 18, 2021
Home > Italia > Pendolari, in arrivo nel 2018 nuovi treni e metropolitane

Pendolari, in arrivo nel 2018 nuovi treni e metropolitane

La rete di trasporti italiana sta per essere potenziata, così da andare a rendere più semplice anche la vita dei pendolari. Durante l’anno verranno infatti aumentati i numeri di treni e metropolitane per permettere a tutti di spostarsi con facilità su e giù per il territorio nazionale.

A dirlo è il Ministro delle Infrastrutture e dei Trasporti, Graziano Delrio, che ha firmato il decreto con cui sono stati stanziati ben 1,397 miliardi per le linee metropolitane, filoviarie e non solo, sia per le città metropolitane ma anche per altre. Si attendono, quindi, anche nuove risorse, dato che per questo sono stati stanziati 665,77 milioni di euro. Un totale di 2,063 miliardi da Nord a Sud per il potenziamento della rete di trasporti!

Il ministro ha definito questa come la cura del ferro, proprio perché finalizzata a potenziare la circolazione su binari. In questo modo, si spera che il trasporto pubblico italiano possa, finalmente, andare a competere con i livelli delle più importanti città europee, rispettando degli standard qualitativi che sono indispensabili per reggere il confronto.

Si avranno degli interventi importanti sia a Roma, ad esempio ad alcuni nodi della Metro A e della Metro B, ma anche a Milano, Torino, Genova, Firenze, Reggio Calabria, Catania, Padova e non solo.  Le risorse saranno, naturalmente, distribuite e spalmate su più anni e serviranno sia per le opere che per l’acquisto delle risorse e il rinnovo dei mezzi.

Il desiderio, come si può notare, è quello di connettere l’Italia, andando a potenziare e valorizzare sia le linee metropolitane e tranviarie già esistenti, che operando per raggiungere il completamento di quelle in divenire, nonché la costruzione di nuove! Al momento, sono ben 26 i progetti che potranno essere completati con questa nuova ondata di finanziamenti. Numeri che, quindi, lasciano ben sperare coloro i quali devono prendere il treno o la metro tutti i giorni per andare a lavorare o per spostarsi per altre ragioni.

Il progetto consta di varie fasi, che vedono l’assegnazione di fondi per diversi progetti. Nello specifico, quindi, si può dire che la prima fase ha visto l’assegnazione, tramite il lavoro del Fondo sviluppo e Coesione 2014-2020, di 2,247 miliardi. Quali sono le città metropolitane beneficiarie di questa prima tranche di finanziamenti? Tra tutte spiccano Bologna, che ha ottenuto una somma pari a 41,5 milioni, Milano, con 153 milioni, Napoli con 856,42 milioni, Cagliari, con 100,35 milioni, Catania, con 40 milioni, Firenze, con 148,4 milioni, Palermo con 100 milioni, Roma con 358 milioni e Torino con 148,4 milioni. Ma non basta, perché accanto a queste città metropolitane ci sono anche  Pompei con 66,37 milioni, Salerno con 125 milioni e, infine, compare in lista anche Sassari con 84,75 milioni. Tanti altri saranno i progetti che, man mano, verranno finanziati. In tutto il 2018 saranno destinate nuove somme al fine di andare a realizzare nuove linee e prolungamenti delle esistenti metropolitane, tranvie e filovie.

Come sottolineato, chi prende il treno o usufruisce delle metropolitane, ha di che gioire. Proprio a tal proposito, ricordiamo che per avere un servizio ancora migliore è sempre importante avere a portata di mano quelli che sono gli orari dei treni, con tutte le implementazioni e le modifiche che verranno fatte nel momento in cui il tutto diventerà esecutivo. Ci sono diversi siti che offrono la possibilità di avere un servizio del genere, per controllare gli orari con semplicità e quando lo si desidera. Uno di questi è Sfrecciando.it, che ha una serie di altri vantaggi, come ad esempio la possibilità di acquistare i biglietti e di scegliere finanche dei pacchetti combinati con hotel incluso.

Angelo Vargiu

 

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright La-Notizia.net