lunedì, Ottobre 25, 2021
Home > Abruzzo > Teramo, Junior Campus: verso una scuola sempre più aperta ed inclusiva

Teramo, Junior Campus: verso una scuola sempre più aperta ed inclusiva

In una visione sempre attenta alle molteplici necessità e diversità dei propri alunni, l’Istituto Comprensivo Teramo 4 diventa SCUOLA APERTA INCLUSIVA, attivando una serie di opportunità grazie al Piano Operativo del Fondo Sociale Europeo Abruzzo 2016-2018 relativo al POR FSE ABRUZZO 2014-2020 – Obiettivo “Investimenti a favore della crescita e dell’occupazione” – Progetto “JUNIOR Campus : empowering learning for increased community” Una didattica aumentata per accrescere il senso di comunità.

Il progetto, gratuito, prevede percorsi extracurricolari finalizzati alla promozione dell’autostima personale e dell’autoefficacia operativa ai fini del successo formativo per gli alunni delle scuole primarie “Serroni” e Nepezzano , con priorità data agli alunni delle classi 1^ e 2^,

Le attività previste riguardano il potenziamento musicale, linguistico, teatrale, digitale, sportivo, artistico e di educazione ambientale oltre che tecniche per migliorare il metodo di studio. Per la gestione dell’attività sono coinvolti importanti partners tra enti ed associazioni di esperti del settore. Il progetto ha preso avvio a partire dal mese di Gennaio con attività di presa in carico e orientamento specialistico, finalizzate alla presentazione dei vari corsi, alla valutazione delle attitudini degli allievi e alla personalizzazione dei percorsi formativi. La fase successiva si svolgerà con incontri pomeridiani bisettimanali e con un Campus estivo nel mese di giugno, successivamente alla chiusura delle attività didattiche, con corsi di pittura, atletica, informatica, teatro,musica, inglese ed educazione ambientale, per un totale di 200 ore di formazione.

La scuola nel suo ruolo educativo e formativo, oltre che nella sua funzione sociale e aggregativa, è un luogo privilegiato per la crescita personale di ogni suo alunno ed ha il dovere di investire nel sapere, per garantire pari opportunità, ridurre la dispersione scolastica e le disuguaglianze tra territori e offrire a ragazze e ragazzi nuove esperienze, competenze e opportunità.

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright La-Notizia.net