giovedì, Ottobre 28, 2021
Home > Italia > L’insurtech cambia le Assicurazioni

L’insurtech cambia le Assicurazioni

title="assicurazioni >

L’insurtech cambia le Assicurazioni. In questi ultimi anni le evoluzioni tecnologiche ed informatiche stanno apportando numerosi cambiamenti e innovazioni anche all’interno del settore assicurativo. È l’Insurtech ad offrire alle compagnie assicurative e ai clienti la possibilità di accedere in modo innovativo a servizi e prodotti personalizzati.

Le assicurazioni oggi stanno sempre più rivolgendosi alla rete internet sia in termini di offerte che di sottoscrizioni, ma anche in quelli di gestione della pratica.

Il mercato assicurativo negli ultimi anni ha raggiunto un livello di  coperture mai visto prima. Le polizze standard sono affiancate oggi da assicurazioni specifiche per tantissimi rischi legati non solo a beni durevoli come l’auto o la casa, ma anche per prodotti di consumo come ad esempio dispositivi mobili, nello specifico tablet e smartphone, attrezzature fotografiche, biciclette e molto altro ancora.

Il peer-to-peer è una grande innovazione applicata alle polizze: consente di condividere i rischi con persone conosciute e in caso di assenza di sinistri è possibile ottenere del cashback.

Ad offrire le tecnologie più innovative al settore assicurativo sono startup in grado di apportare novità consistenti sia per la vendita che l’acquisizione di servizi e prodotti.  Il futuro è già iniziato con il movimento crowd, ovvero si stanno realizzando modelli di business sulle strategie on demand, andando incontro alle specifiche esigenze dei consumatori.

Sono diverse le Insurtech che stanno apportando importanti cambiamenti nel mondo delle assicurazioni e tra le più interessanti si segnalano Neosurance, Axieme, Yolo e Tiassisto24.

Neosurance è un’azienda specializzata in instant insurance che si contraddistingue per la capacità di inviare ai propri clienti coperture assicurative su misura, temporanee o su un oggetto. Partner della startup il gruppo AXA.

Con la tecnologia proposta da Axieme invece i costi delle assicurazioni possono essere condivisi tra clienti con bisogni simili, offrendo la possibilità di recuperare parte della spesa con il sistema di cashback.

Una delle innovazioni più interessanti di Yolo è l’assenza di burocrazia cartacea. Tutta la documentazione passa da computer o smartphone e c’è la possibilità di personalizzazione massima delle polizze.

Tiassisto24 sfrutta invece il sistema RCAsta, una piattaforma in cui automobilisti e broker si incontrano per trovare la soluzione più economica per la medesima assicurazione, alla quale vengono affiancati servizi di ricorso per le multe, sconti connessi alla manutenzione dell’auto, soccorso stradale e via dicendo.

In Italia ancora molto c’è da fare in questo senso, in modo particolare per il settore danni non auto. A conseguire i migliori risultati nel futuro non potranno che essere quelle compagnie in grado di colmare questi bisogni dei clienti sfruttando al meglio le sharing economy e le tecnologie digitali, l’intelligenza artificiale e i big data.

In Italia il fenomeno dei comparatori di polizze è esploso negli ultimi anni, fornendo ai consumatori strumenti validi ed efficaci per la preventivazione e la sottoscrizione di prodotti assicurativi. Un caso di successo in costante crescita nel mercato italiano è quello nato nel 2015 per mano di due ventenni: Giorgio Campagnano e Carlo Martini fondatori di MioAssicuratore. In meno di tre anni il sito di comparazione cresce al 30% ogni mese ed è in partnership con 27 compagnie. A portfolio oltre 250 prodotti assicurativi e un bacino di utenze che supera i 100.000. La chiave del successo di MioAssicuratore è l’ampiezza di offerta, che va oltre i classici prodotti del settore auto, moto e viaggi, ma spazia in tutti i rami assicurativi. A differenza di quel che accade per altri portali di comparazione, questo sito offre al cliente una visione più chiara e completa dei vantaggi mettendo in relazione migliori garanzie e miglior prezzo sfruttando le tecnologie di machine learning. Altro vantaggio offerto ai clienti finali è la massima personalizzazione, assieme all’assegnazione di un consulente personale.

Angelo Vargiu

 

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright La-Notizia.net