giovedì, Ottobre 28, 2021
Home > Mondo > COREA DEL NORD, CHE COSA ACCADRA’ DOPO I GIOCHI?

COREA DEL NORD, CHE COSA ACCADRA’ DOPO I GIOCHI?

< img src="https://www.la-notizia.net/corea.jpg" alt="corea"

Pyongyang, 4 febbraio (KCNA) – Un portavoce del Ministero degli Affari Esteri della Repubblica Popolare Democratica di Corea ha dato la seguente risposta a una domanda posta da KCNA il 4 febbraio, per quanto riguarda lo “State of the Union Address” di Trump:

“Nello “State of the Union Address”, Trump ha descritto l’anno scorso come contrassegnato da “incredibili progressi e straordinari successi” – ma intanto sta consolidando un’azione fortemente aggressiva nei confronti di Pyongyang sconcertando il pubblico mondiale. Questo è davvero il culmine dell’arroganza, dell’arbitrarietà e dell’orgoglio di Trump.

Il mondo intero è profondamente preoccupato, e vede come preludio di nuovo disastro il discorso in cui Trump che dichiara un “potere senza eguali” basato sulle armi nucleari, mentre costringe altri paesi a sottomettersi all’interesse sciovinistico degli Stati Uniti”.

“Il contenuto della nuova dottrina nucleare resa pubblica dagli Stati Uniti ci ha profondamente deluso: già a un primo sguardo, il grado di ostilità e l’orientamento anti-russo di questo documento sono impressionanti”. Così il ministero degli Esteri russo in una nota pubblicata sul sito. “Noi, ovviamente, dovremo prendere in considerazione le intenzioni di Washington e adottare le misure necessarie per garantire la nostra sicurezza”.

“Trump  – riporta ancora la KCNA – ha anche insistito sulla “massima pressione” nei confronti del nostro paese, calunnia brutalmente il nostro sistema sociale. Tuttavia, l’attacco di Trump al potere della Corea del Nord, che ha raggiunto la grande causa storica di completare la forza nucleare statale e  che rapidamente si è affermata come stato strategico riconosciuto dal mondo, è solo un’azione mirata a disturbare il progredire delle relazioni inter-coreane”.

“Trump  – così conclude la nota stampa – rivela anche la sua sinistra intenzione di fare qualcosa contro di noi facendo affidamento sulla forza mentre parla di “risoluzione americana”. La capacità di difesa  della Corea del Nord basata sulla forza nucleare, tuttavia, scoraggerà Trump e i suoi lacchè dal mostrarsi sulla penisola coreana.

Se Trump non si sbarazza del suo modo di pensare anacronistico e dogmatico, metterà solo a rischio  la sicurezza ed il futuro degli Stati Uniti”.

Nel frattempo intorno a Pyeongchang, sede dei giochi olimpici invernali, sono stati schierati 50 mila soldati. La tregua olimpica è assicurata dall’improvvisa apertura al dialogo di Kim Jong-un, che ha inviato 22 atleti, 500 majorettes, artisti, lottatori di taekwondo e giornalisti. Ma il mondo già si chiede che cosa succederà dopo i Giochi.

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright La-Notizia.net