martedì, 18 Febbraio, 2020
Home > Italia > Pamela Mastropietro, Oseghale accusato solo di occultamento e vilipendio di cadavere

Pamela Mastropietro, Oseghale accusato solo di occultamento e vilipendio di cadavere

< img src="https://www.la-notizia.net/mastropietro.jpg" alt="mastropietro"

Si era già detto, nei giorni scorsi, che sulla testa di Innocent Oseghale, 29enne nigeriano finito in carcere in relazione al rinvenimento del cadavere di Pamela Mastropietro nelle campagne di Pollenza, pendono solo le accuse di occultamento e vilipendio di cadavere. Per quanto riguarda l’accusa di omicidio, sono ancora molti gli aspetti da chiarire, primo fra tutti come è effettivamente morta Pamela Mastropietro.

E oggi la notizia arriva in via ufficiale: il giudice ha ritenuto non sussistano sufficienti elementi per  sostenere l’incriminazione di omicidio. In relazione a questo aspetto, Oseghale resta comunque indagato. Pamela è morta ed è stata fatta a pezzi dopo essersi allontanata volontariamente dalla comunità terapeutica Pars, di Corridonia, nel Maceratese, presso la quale era ospite dallo scorso ottobre.

Oseghale ha fin dall’inizio negato il coinvolgimento nell’omicidio. Queste le sue dichiarazioni: “E’ andata in overdose, mi sono spaventato e sono fuggito”. Non ha ammesso quindi nulla: nè l’omicidio, nè l’occultamento, nè il vilipendio di cadavere. Per chiarire le cause della morte di Pamela Mastropietro è necessario attendere ora l’esito degli esami tossicologici. Non è infatti escluso che la giovane possa essere morta per overdose e poi smembrata come è anche possibile che sia stata uccisa.

C’è infine  un nuovo indagato in relazione alla sua morte. Si tratta di un nigeriano amico di Innocent Oseghale. Sarebbe accusato di spaccio in concorso. Sarebbe stato lui a fornire a Pamela la dose di eroina di cui avrebbe fatto uso a casa di Innocent. Nel frattempo proseguono serrate le indagini.

Secondo quanto riportato dal Corriere della Sera, la mattina del 30 gennaio Pamela sarebbe stata condotta da Innocent Oseghale che non poteva fornirle eroina ma solo hashish, allo Stadio dei Pini di Macerata, per effettuare l’acquisto presso un altro pusher. Si sarebbe poi recata nella farmacia di via Spalato ad acquistare la siringa e sarebbe poi entrata nell’appartamento di Oseghale. Pamela Mastropietro verrà seppellita a Roma

 

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright La-Notizia.net

 

Redazione
Lucia Mosca è giornalista iscritta all'albo. Dal 1994 al 2015 ha collaborato regolarmente con riviste e quotidiani tra i quali Il Messaggero, Il Resto del Carlino, La Stampa di Torino per la cronaca nazionale. Nel 2009 è direttore del quotidiano teramano in edicola Il Giornale24ore, su Teramo e provincia. Ora direttore della testata giornalistica on line la-notizia.net

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *