venerdì, giugno 21, 2019
Home > Abruzzo > Unione dei Comuni “Terre del sole”, il segretario richiama i soci alla collaborazione

Unione dei Comuni “Terre del sole”, il segretario richiama i soci alla collaborazione

Roseto degli Abruzzi – L’incontro di ieri mattina a Giulianova dell’Unione dei Comuni “Terre del sole” (alla quale Roseto degli Abruzzi partecipa in convenzione), ha portato a un richiamo, da parte del segretario generale, Raffaella D’Egidio, a una maggiore collaborazione da parte dei soci.

Mancano, infatti, sia i dati delle risorse che i Comuni trasferiranno all’Unione per l’attuazione dei servizi del piano sia le modalità di impiego del personale dei Comuni all’Unione. Queste contestazioni, però, non sono rivolte a Roseto degli Abruzzi in quanto partecipante in convenzione e in quanto i dati sono stati forniti da tempo.

Suscita perplessità, invece, l’interpretazione della legge 32/2015 che impone alle Regioni il finanziamento totale dei servizi di trasporto e assistenza scolastica agli alunni disabili negli istituti superiori e che invece Regione Abruzzo intende finanziare solo al 50 per cento.


Su questo specifico argomento sono in corso da tempo contatti con i funzionari dell’ente regionale per non mettere a rischio questo importante servizio.

In ogni caso si profila una proroga in capo al Comune, non essendo l’Unione ancora pronta.

“E’ una priorità per l’amministrazione comunale”, dice l’assessore alle Politiche sociali di Roseto degli Abruzzi, Luciana Di Bartolomeo, “garantire i servizi sociali agli stessi livelli finora garantiti. Proprio per questo abbiamo scelto di non entrare nell’Unione, ma di partecipare solo in convenzione. Il nostro impegno è massimo per far sì che gli utenti non debbano patire modifiche ai servizi offerti, anche con le enormi difficoltà di bilancio che ci stanno causando i minori stanziamenti, nazionali e regionali. Auspico, inoltre, il superamento delle criticità che gli altri Comuni stanno creando all’Unione Terre del sole nel più breve tempo possibile. Spero che diano risposte chiare e concrete agli organi tecnici dell’Unione, così come abbiamo fatto noi, nell’ottica di assicurare tutti i servizi. In ogni caso in regime di proroga si trovano anche gli altri ambiti del Teramano come quello di Pineto, Atri Silvi e della Val Fino”.

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright La-Notizia.net

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: