martedì, Ottobre 27, 2020
Home > Abruzzo > Noi con l’Italia – Udc, sala gremita per l’apertura della campagna elettorale. Chiodi: “D’Alfonso non farà il ministro e perderà la Regione”

Noi con l’Italia – Udc, sala gremita per l’apertura della campagna elettorale. Chiodi: “D’Alfonso non farà il ministro e perderà la Regione”

Teramo – Si è aperta ieri mattina, nella sala polifunzionale della Provincia di Teramo, la campagna elettorale di “Noi con l’Italia – Udc” che ha registrato una sala gremita e attenta: una reunion del centrodestra per la presentazione dei candidati Giulio Cesare Sottanelli, Gaetano Quagliariello e il grande atteso Gianni Chiodi, insieme ai comprimari di lista.
“L’impegno che tutti dobbiamo perseguire è evitare che delle personalità politiche, per interessi propri, svendano il nostro territorio: non lo possiamo accettare. L’orgoglio dei teramani, degli aquilani e dei marsicani si farà sentire questa volta e chi ha pensato che si potesse fare a meno di queste comunità avrà una grande sorpresa”.
Così il Governatore Emerito Gianni Chiodi ha aperto il suo intervento, richiamando i presenti all’importanza di avere rappresentanti del territorio a Roma. Non ha mancato di ringraziare per la sua candidatura, dopo il diniego di Forza Italia, ribadendo con determinazione e grinta “questa partita la voglio giocare”. Un ritrovato Gianni Chiodi lungamente applaudito e sostenuto nella sua accusa a D’Alfonso, reo di aver messo in atto una grande fuga dalla Regione “ieri, nel suo comizio, ho sentito dire che farà il ministro. E’ fuffa, una fanfaronata. Non sa come giustificare la sua fuga. Nel 2013 ebbi la stessa possibilità di candidarmi al Senato, rimasi a fare il Presidente della Regione Abruzzo. Lui sta fuggendo da quel castello di fumisterie e di fumosità che oggi io conosco e che presto conoscerete anche voi. La Regione Abruzzo sta retrocedendo su tutti i fronti e lui si giustifica dicendo che andrà a fare il ministro, ma non lo farà e perderà la Regione, perché la recupererà il centrodestra”.
Anche Mauro Di Dalmazio, perfettamente a suo agio nel ruolo di moderatore, non ha perso occasione per ribadire la forza del gruppo e l’impegno ad andare avanti a testa alta, invitando sul palco Rudy Di Stefano, presente in sala per Direzione Italia di Fitto della quarta gamba, come “dimostrazione di una politica fatta con passione, rispetto alla quale si dovrebbe avere un atteggiamento più riflessivo e meno qualunquista”. L’ex assessore, dal canto suo, si è dichiarato soddisfatto dell’entusiasmo alla politica che è riuscito a riportare tra la gente grazie al progetto intrapreso con l’On. Fitto, lanciando, a sua volta, a Mauro Di Dalmazio l’invito a candidarsi a sindaco di Teramo.
L’intervento di Giulio Cesare Sottanelli si è incentrato sulla provenienza territoriale dei suoi competitor al Senato e su come lui sia l’unico candidato eleggibile al proporzionale, espressione del territorio della provincia di Teramo e dell’Aquila “Tutti gli altri senatori col seggio quasi sicuro sono di Pescara, di Vasto o addirittura non abruzzesi. Con tutti i problemi che il nostro territorio ha affrontato ha bisogno di avere un referente e questo – ha concluso – è un motivo per cui votarmi”.
La convention si è chiusa dando la parola al Senatore Gaetano Quagliariello che, fortemente legato all’Abruzzo sin dal primo incarico come professore all’Università dell’Aquila, ha ribadito il doveroso impegno a valorizzare la regione “Conosco le bellezze di questa terra che non ha nulla da invidiare ad altri luoghi più rinomati. Solo che questa grande ricchezza qui è molto poco utilizzata ed una delle cose che dobbiamo fare per far crescere l’Abruzzo è che alla sua bellezza corrisponda una eguale forza del progetto economico”.
In sala erano presenti anche i candidati alla Camera del collegio proporzionale Teramo-L’Aquila: Simona Mei, Adelio Di Natale, Beta Costantini; al Senato del collegio Abruzzo: Franca Camplone, Giuseppe Marcuccitti, Desirée Del Giovine e, infine, Lucrezia Rasicci, candidata del centrodestra alla Camera nel collegio uninominale di Teramo.

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright La-Notizia.net

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *