sabato, Ottobre 23, 2021
Home > Marche > Fermo, ricco calendario tra laboratori, seminari, sculture di cioccolato

Fermo, ricco calendario tra laboratori, seminari, sculture di cioccolato

Il cioccolato, da come nasce a come riesce ad estasiare i sensi in un percorso tutto da gustare.

E’ in arrivo in Piazza del Popolo a Fermo la Festa nazionale del cioccolato artigianale che vedrà il salotto buono della città da venerdì 16 a domenica 18 febbraio ospitare la seconda edizione di “Sottosopra al cioccolato”.

Una Festa da girone dei golosi. Ci sarà l’imbarazzo della scelta fra le varie proposte. Sarà un vero e proprio percorso all’interno dell’universo cioccolato (14 gli espositori presenti dal Piemonte alle isole) con le sue prelibatezze organizzato dall’associazione Nuova Mondovivo, ed il patrocinio del Comune di Fermo, con un ricco programma da venerdì a domenica fra laboratori per conoscere il cioccolato, seminari sulla cioccolata modicana e tradizionale o sulle proprietà salutistiche del cacao.

Ed ancora: un incontro con la dott.ssa Alessia Consorti sulle curiosità della crema spalmabile alla nocciola, lo chef Fausto Ercolani che realizzerà il bacio segreto di Perugia, lo scultore Leonardo Longhi che creerà un’anfora di cioccolato decorata a mano, il laboratorio con Danilo Barbuto dell’Accademia Cioccolatieri italiani che spiegherà la realizzazione dei cioccolatini dal rivestimento al ripieno, fino ai laboratori con i bambini delle scuole (che parteciperanno all’inaugurazione con una classe per ogni ISC).

A presentare l’iniziativa questa mattina l’assessore al commercio Mauro Torresi, l’assessore alle Politiche Scolastiche Mirco Giampieri e Ettore Ciabattoni di Mondovivo (presente anche Danilo Barbuto) che hanno sottolineato “come questa iniziativa torni dopo il successo dello scorso anno e l’apprezzamento che ha avuto per un prodotto da gustare ma che è possibile conoscere anche grazie ai diversi momenti informativi e laboratoriali in un percorso che ne illustrerà le proprietà nutrizionali, gustative e olfattive e la presenza delle scuole”.