sabato, Novembre 27, 2021
Home > Abruzzo > CasaPound, il sindaco di Notaresco: “Davvero si crede di poter osteggiare il “neofascismo” con atteggiamenti fascisti?”

CasaPound, il sindaco di Notaresco: “Davvero si crede di poter osteggiare il “neofascismo” con atteggiamenti fascisti?”

Il sindaco di Notaresco replica in merito alle recenti esternazioni che avrebbero indicato come azione opportuna da parte del primo cittadino Diego di Bonaventura quella di negare la sala consiliare agli esponenti di CasaPound. “In merito alle strumentalizzazioni  – dichiara – sulla concessione della Sala Consiliare a CasaPound per la presentazione delle liste, ribadisco che, nel pieno rispetto delle libertà sancite dalla nostra Costituzione, la nostra Sala consiliare ha sempre ospitato ogni forma di libera manifestazione delle idee, senza pregiudizi ideologici, dando spazio a opinioni di persone e gruppi dai più svariati orientamenti politici, da sinistra come a destra.
D’altra parte, dopo aver dato spazio a ogni sorta di incontro pubblico e di formazione politica che ne abbia fatto richiesta (ricordiamo anche tutte le altre sale sono inagibili a causa degli eventi sismici), sarebbe stato incoerente e soprattutto antidemocratico attuare un’arbitraria censura negando l’utilizzo dei locali ad un partito politico che risulta concorrere regolarmente, al pari degli altri, con la propria lista e il proprio simbolo alle libere elezioni politiche e democratiche del 4 marzo.
Questo è il mio credo, di autentico liberale, e queste sono le regole che valgono per tutti, piaccia o non piaccia a chi dice di voler tutelare la democrazia e la Costituzione ma poi professa atteggiamenti censori, antidemocratici e illiberali: davvero qualcuno crede di poter osteggiare il “neofascismo” con atteggiamenti “fascisti”?”