giovedì, Luglio 9, 2020
Home > Mondo > Pyongyang: “Il nostro esercito si sta attrezzando per schierare testate nucleari”

Pyongyang: “Il nostro esercito si sta attrezzando per schierare testate nucleari”

< img src="https://www.la-notizia.net/pyongyang.jpg" alt="pyongyang"

Nuovo monito rivolto agli Stati Uniti da Pyongyang attraverso la Kcna, agenzia ufficiale di stampa nordcoreana.

“La nostra forza nucleare – questo il messaggio riportato –  è la spada che ci consentirà di difendere la pace in quanto solo in questo modo possiamo contrastare le minacce ed il ricatto perpetrato dagli Stati Uniti”.

“Ogni paese  – si legge ancora – può garantire una vera pace e sicurezza solo quando la sua forza militare è in grado di debellare qualsiasi intento provocatorio. Il nostro esercito si sta attrezzando per schierare testate nucleari e missili balistici la cui potenza e affidabilità sono già state dimostrate”.

E ancora: “Gli Stati Uniti ed i loro alleati bollano la potenza nucleare della Corea del Nord come “minaccia alla pace e alla sicurezza mondiale”. Questo non è altro che un misero grido lanciato da coloro i quali temono la loro distruzione. Tutto questo dimostra semplicemente che la nostra forza nucleare viene riconosciuta come il mezzo per infliggere una punizione orribile agli aggressori”.

“Né le sanzioni – così conclude l’agenzia di stampa – né le provocazioni, né le minacce potranno mai minare la nostra posizione sullo stato delle armi nucleari. Sperare che Pyongyang abbandoni il proprio programma è un atto folle quanto desiderare che i mari si secchino. Sarebbe un’opzione saggia assumere un’atteggiamento diverso per convivere pacificamente con la Corea del Nord, che ormai domina come Stato strategico”.

“Se Trump  – questo quanto riportato sempre dalla Kcna all’inizio di febbraio come posizione ufficiale di Pyongyang – non si sbarazza del suo modo di pensare anacronistico e dogmatico, metterà solo a rischio  la sicurezza ed il futuro degli Stati Uniti”.

Nel frattempo intorno a Pyeongchang, sede dei giochi olimpici invernali, sono stati schierati 50 mila soldati. La tregua olimpica è stata assicurata dall’improvvisa apertura al dialogo di Kim Jong-un, che ha inviato 22 atleti, 500 majorettes, artisti, lottatori di taekwondo e giornalisti. Ma il mondo già si chiede che cosa succederà dopo i Giochi

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright La-Notizia.net

Redazione
Lucia Mosca è giornalista iscritta all'albo. Dal 1994 al 2015 ha collaborato regolarmente con riviste e quotidiani tra i quali Il Messaggero, Il Resto del Carlino, La Stampa di Torino per la cronaca nazionale. Nel 2009 è direttore del quotidiano teramano in edicola Il Giornale24ore, su Teramo e provincia. Ora direttore della testata giornalistica on line la-notizia.net

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

WP2Social Auto Publish Powered By : XYZScripts.com