martedì, Dicembre 7, 2021
Home > Italia > Livorno, aggredito esponente di Casapound

Livorno, aggredito esponente di Casapound

< img src="https://www.la-notizia.net/livorno.jpg" alt="livorno"

LIVORNO – Evviva chi reputa giusto combattere lo spauracchio del ritorno di un fascismo ormai morto e sepolto a suon di botte e pestaggi. Prima il dirigente provinciale di Forza Nuova a Palermo, ora Livorno. Da quello che si è potuto apprendere, l’aggressione ha avuto luogo la notte scorsa mentre il 37enne, attivista di CasaPound, stava cercando di riattaccare un manifesto staccato.

Ora, se l’alternativa a gruppi, che hanno comunque il diritto di esprimere le proprie idee finché non minano la libertà altrui, è un manipolo di persone che pensa di imporsi a botte, manifestando un’inclinazione ben più dittatoriale degli esponenti dei gruppi cosiddetti “neofascisti”, allora forse è meglio fermarsi un attimo e riflettere. Perché non è questa la società che vogliamo.

A denunciare il grave episodio il movimento di estrema destra spiegando che l’attivista “è stato assalito da quattro persone che, cappucci alzati e bastoni alla mano, prima lo hanno pestato e poi hanno sfondato i finestrini della sua auto, all’interno della quale era presente la compagna incinta, per fortuna rimasta illesa anche se sotto choc”.

L’uomo, 37 anni, residente a Livorno, portato al pronto soccorso, è stato poi dimesso stamani con una prognosi di 30 giorni: ha riportato una frattura al naso e contusioni maxillofacciali. Sul caso indagano i carabinieri, intervenuti sul posto insieme ai sanitari del 118.

 

Lucia Mosca

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright La-Notizia.net