lunedì, Ottobre 21, 2019
Home > Marche > Fermo, emergenza neve: il bilancio degli interventi effettuati

Fermo, emergenza neve: il bilancio degli interventi effettuati

Un grande lavoro quello svolto dalla “macchina comunale” nei giorni dell’emergenza neve. Dagli incontri organizzativi e programmatori fino agli interventi notturni e diurni veri e propri, la “task force” messa in campo dal Comune di Fermo ha dato risultati.

Una gestione degli interventi a 360 gradi (alcune foto di questa settimana) seguita dal Centro Operativo Comunale (COC)  nella nuova sede strategica di Piazza Dante aperta da domenica 25 febbraio a giovedì 1 marzo. Sulle strade una squadra per ciascuna zona, a partire da sette uomini e mezzi dell’autoparco comunale, coordinati da Guglielmo Pieragostini, fra Unimog e trattori spargisale e spazzaneve per liberare dalla neve e dal gelo viabilità principale e secondaria dell’intero territorio comunale con turni dall’una di notte ininterrottamente, addetti che hanno dormito all’interno dell’autoparco anche tre notti e poche ore pronti ad intervenire.

E ancora: il Personale della Fermo Asite, in questo caso guidato da Gionni Renzi, a piedi o con i mezzi per liberare marciapiedi e le vie per i pedoni, il Gruppo Comunale della Protezione Civile che con i suoi volontari a turni è intervenuto per rendere pulite e percorribili le vie di accesso ai centri sensibili come le strutture sanitarie con numerosi interventi, la Polizia Municipale, con l’assessore Mauro Torresi, comandata da Antonio Dell’Arciprete che ha coordinato i suoi agenti nel dare supporto e pattugliare i punti nevralgici della città sia durante le varie operazioni che nel corso dell’intera giornata per garantire le migliori condizioni alla viabilità (con i vigili che proprio nei giorni di neve hanno aiutato una persona anziana che vagava per le campagne della città ospite di una struttura cittadina e che, non potendosi orientare, è stata riaccompagnata nella struttura), il lavoro collaborativo della Provincia di Fermo, i quattro pazienti centralisti che si sono alternati al Coc e che hanno raccolto almeno 50 telefonate al giorno con richieste di informazioni, segnalazioni e di assistenza alla popolazione, i dipendenti dell’Ufficio Tecnico Comunale, le sette ditte incaricate per lo spargimento del sale in primis Fagioli.


Una “task force” coordinata e guidata minuto per minuto grazie al Dirigente Alessandro Paccapelo, al lavoro certosino dell’assessore alla Protezione Civile Ingrid Luciani e seguita costantemente dal Sindaco Paolo Calcinaro: “sicuramente una prova di grandissima efficienza, aiutata dalla nuova e immediata allocazione del Comando della Polizia Municipale e della Protezione Civile con tanto di Coc al centro di Fermo. Ringraziamenti vanno a tutti coloro che si sono adoperati al di là del singolo ruolo, il ringraziamento va ai tantissimi fermani che hanno supportato questa macchina organizzativa anche con la semplice responsabilità e comprensione.  Si troverà sempre colui per il quale il mondo finisce nei tre metri davanti al proprio uscio di casa. E’ un dato positivo che comunque voci come queste sono state veramente molto limitate”.

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright La-Notizia.net

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: