venerdì, Febbraio 26, 2021
Home > Mostre Online > Paolo Pallara, tensione primordiale e pittura materica: il confronto tra memoria e destino

Paolo Pallara, tensione primordiale e pittura materica: il confronto tra memoria e destino

Una tensione primordiale che si scontra non il super-ego per esserne solo parzialmente dominata: la pittura materica di Paolo Pallara evidenzia tensioni informali che si accompagnano ad una matrice figurativa connaturata nell’animo dell’artista e mai completamente abbandonata.

I colori utilizzati per lo sfondo sono sempre, o quasi sempre, tendenti all’ocra: in primo piano, a spiccare prepotentemente, spesso il rosso, in molte delle sue opere protagonista indiscusso. Il cuore e la razionalità trovano così un fragile eppure stabile equilibrio: il cuore decide, la mente dispone. Ed è frequente in Pallara tornare sugli stessi temi per approfondire, indagare. L’utilizzo di materiali come il ferro, il cuoio, vecchi legni o vecchi giornali dei primi del novecento fanno emergere sulle tele o nelle sculture un confronto tra memoria e destino, attese e timori.

Tutti i materiali utilizzati certificano la propria storia, rivendicando la possibilità di vivere una nuova vita.Il rimando all’opera di Burri è quasi automatico, proprio per la passione che Pallara evidenzia per la juta e la materia informale che ritroviamo nei suoi quadri e nelle sculture.L’artista vive e lavora a Ferrara dove è nato nel 1956. La storia dell’anima, dei luoghi, delle emozioni,parte sempre dal vissuto dell’uomo Paolo Pallara, che opera attraverso un informale meditato, ma anche onirico e visionario.Negli anni ha preso parte a numerose esposizioni collettive in tutta Italia.

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright La-Notizia.net

Redazione
Lucia Mosca è giornalista iscritta all'albo. Dal 1994, collabora regolarmente con riviste e quotidiani tra i quali Il Messaggero (dal 1994 al 1998 a Macerata, per la cultura , dal 1999 al 2002 a San Benedetto del Tronto, per la cronaca bianca, dal giugno 2005 al luglio 2007 ad Ancona per la cronaca nera e giudiziaria ), La Rucola, periodico maceratese di cronaca, cultura, satira (dal 1996 al 1998 a Macerata), Il Piceno, periodico della Provincia di Ascoli Piceno (2002 – 2003). Le esperienze più significative: dal dicembre del 2003 collabora con Il Resto del Carlino di Ascoli Piceno, testata per la quale si occupa di cronaca, politica, cultura, spettacolo, sanità, sindacale, inchieste, con servizi anche per il regionale. Il 5 gennaio 2005 conclude la propria esperienza di stagista (della durata di 6 mesi). Un mese dopo riprende la precedente collaborazione con Il Messaggero di Ascoli Piceno seguendo la politica locale, la cultura e la cronaca bianca con servizi anche per il regionale. Nel giugno 2005 si sposta su Ancona, dove si occupa per Il Messaggero di cronaca nera e giudiziaria. Dal 2006 collabora con La Stampa di Torino per la cronaca nazionale. Dal 3 agosto 2009 è direttore del quotidiano in edicola Il Giornale24ore, su Teramo e provincia. Il contratto ha la durata di poco meno di un anno per chiusura della testata. E’ stata direttore della sezione giornalistica di Tvp, canale 119 del digitale terrestre nell'anno 2015. Ora direttore della testata giornalistica www.la-notizia.net

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *