martedì, Ottobre 19, 2021
Home > Marche > Gli italiani si armano sempre di più. Nelle Marche più 42% di licenze porto d’armi

Gli italiani si armano sempre di più. Nelle Marche più 42% di licenze porto d’armi

I fatti di cronaca, le dichiarazioni allarmanti, le polemiche sulla mancanza di sicurezza, hanno evidentemente prodotto tra i cittadini un senso di paura che li ha indotti a prendere in considerazione la possibilità di difendersi da soli. Sembra questo il risultato che emerge analizzando l’aumento di licenze per possesso di armi nel nostro paese. Questo nonostante i reati siano diminuiti nel corso degli ultimi anni. Secondo i dati del Ministero dell’Interno nel 2017 la richiesta di licenze per il porto d’armi a uso sportivo e per la caccia hanno visto un incremento rispettivamente del 41,63% e del 3,46% rispetto l’anno precedente.

Un boom per la licenza a uso sportivo, molto più facile da ottenere rispetto a quella per difesa personale, in calo del 12%.  Quest’ultima licenza viene rilasciata dopo procedure molto complesse e in casi gravi e comprovati di pericolo. Quindi non solo tiro al piattello e sport ma probabilmente il desiderio di avere a portata di un arma anche dentro casa per fronteggiare aggressioni o tentativi di furto. Le Regioni in cui si sono registrate il maggior numero di licenze di porto d’armi sportivo dal 2014 al 2016 (i dati regionali 2017 non sono ancora disponibili) sono: Lombardia +43,1%, Marche +42,4%, Molise +52,6%, Basilicata +46,1%. In molte di queste (Lombardia, Molise, Marche) tutte le attività criminali hanno registrato una flessione.

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright La-Notizia.net