giovedì, Novembre 21, 2019
Home > Abruzzo > Corropoli, alla scoperta della città nelle Giornate FAI di Primavera| 23, 24 e 25 marzo

Corropoli, alla scoperta della città nelle Giornate FAI di Primavera| 23, 24 e 25 marzo

Corropoli -La Delegazione FAI di Teramo in collaborazione con il Comune di Corropoli invita al più importante appuntamento di marzo, le GIORNATE FAI DI PRIMAVERA. Un evento nazionale di raccolta pubblica di fondi, durante il quale vengono aperti più di 1000 luoghi straordinari in Italia da scoprire o riscoprire, collegati da un fil rouge tematico, che coinvolge i visitatori in un racconto esperienziale dei luoghi stessi. In occasione delle giornate sarà esposta al pubblico e organizzata la raccolta fondi per il restauro della Madonna di Mejulano di Corropoli, presso la Chiesa di Sant’Agnese. 

– Venerdì 23 marzo | h 17.30

Apertura delle GFP
Cine-teatro Italia (Via S. Giuseppe):
Benvenuto del Sindaco.
Intervengono:
Giovanna Marinelli | Capodelegazione FAI Teramo.
Manuela Divisi | Dirigente Ist. Comprensivo di Corropoli, Colonnella e Controguerra.
Nilde Maloni | Dirigente Liceo Aeronautico “Gabriele D’Annunzio” di Corropoli.
Ennio Di Giovanni | Parroco.
Consegna adesivi di “Apprendisti Ciceroni” agli allievi dell’Ist. Comprensivo e del Liceo Aeronautico.
Video su Corropoli, a cura degli allievi del Liceo Aeronautico.
Video in memoria del M° A. Impullitti. Intrattenimento musicale a cura degli allievi dell’Ist. Comprensivo.


– Sabato 24 marzo | h 10-18

Apertura dei siti visitabili (vedi mappa)*

 

In ogni sito (tranne Badia, pinciaia, Ripoli e lago): estemporanea di pittura degli allievi dell’Ist. Comprensivo.

1. Badia di Mejulano (solo esterno)
2. Piazza piè di corte, Chiesa di Sant’Agnese (restauro in corso), torre campanaria, pinciaia, cine-teatro Italia
3. Palazzo Ducale della Montagnola e Chiesa di Sant’Antonio da Padova_
4. Lago Cerulli
5. Giardino di Villa Cerulli Irelli Sanità (ingresso riservato iscritti FAI, con possibilità di iscrizione in loco)
6. Villaggio neolitico di Ripoli (parco archeologico e museo)

Cine teatro Italia: video su Corropoli, a cura degli allievi del Liceo Aeronautico. Video “La Famiglia Sanità: immagini e memorie”. Mostra della rievocazione storica della Pentecoste celestiniana, a cura dell’Ass.ne “Palio delle botti”.

Villaggio neolitico Ripoli: selezione di reperti, per una esperienza di fruizione delle nuove indagini scientiche, dirette da Andrea Pessina, in collaborazione con Italico Onlus, S.A.B.A.P. e Comune di Corropoli.

Ore 11-12: passeggiata al Lago Cerulli, guidati dall’agronomo Lorenzo Gatti.
Ore 15.30 -17 | Villaggio neolitico Ripoli: esibizione di droni, a cura degli allievi del Liceo Aeronautico.
Ore 15 -18 | Centro Storico: “L’arte dell’intreccio”, a cura dell’Ass.ne “Civiltà contadina”
Ore 18.30 – 20 | Cine-teatro Italia: “Il jazz, musica descrittiva nella stratosfera dell’arte”, conferenza di Marco Piras , a cura di “Cinquecento Jazz”.

– Domenica 25 marzo | h 10-18

Apertura dei siti visitabili (vedi mappa)*
(Dalle 10.30 alle12.30, la Chiesa di S. Agnese sarà accessibile solo ai fedeli per la SS. Messa)
Eventi:
In ogni sito (tranne Badia, pinciaia, Ripoli e lago): estemporanea di pittura degli allievi dell’Ist. Comprensivo.

Cine-teatro Italia: video su Corropoli, a cura degli allievi del Liceo Aeronautico. Video “La Famiglia Sanità: immagini e memorie”. Mostra della rievocazione storica della Pentecoste celestiniana, a cura dell’Ass.ne “Palio delle botti”.

P.zza Pie’ di Corte: mostra fotograca a cura di Lido Giosia.
Villaggio neolitico Ripoli: illustrazione delle ricerche sul villaggio e presentazione delle ceramiche riprodotte in archeologia sperimentale.

Ore 15 -18 | Centro Storico: “L’arte dell’intreccio”, a cura dell’Ass.ne “Civiltà contadina

Ore 17-18 | Chiostro Palazzo Ducale della Montagnola: proiezione video in memoria del M° A. Impullitti. Intrattenimento musicale a cura degli allievi dell’Ist. Comprensivo.
Ore 18:30 | Piazza Pie’ di Corte: chiusura delle GFP e consegna degli attestati agli “Apprendisti Ciceroni“ dell’Ist. Comprensivo e del Liceo Aeronautico.

* Accesso ai siti con contributo libero, da 2 a 5€.
Presso la Chiesa di S. Agnese, sarà esposta la Madonna di Mejulano, scultura lignea policroma.

Rinnovate le vostre tessere e coinvolgete altri amici e aiutateci a far conoscere l’impegno del FAI per l’ambiente e il patrimonio.

DETTAGLI STORICI – Giornate FAI di Primavera 2018 Corropoli | 23, 24 e 25 marzo

Le Giornate FAI di Primavera Il 24 e 25 marzo 2018 torna la due giorni che permette ai cittadini in tutta Italia di visitare siti o monumenti poco noti o solitamente non aperti al pubblico, grazie all’impegno del Fondo Ambiente Italiano e delle Delegazioni provinciali e regionali. Nel corso degli anni, le Giornate FAI hanno promosso la consapevolezza dell’importanza del patrimonio nazionale, portando una folla festosa e interessata a scoprire chiese e ville, giardini e aree archeologiche, fino ad avamposti militari e interi borghi.
Veri e propri tesori resi accessibili grazie all’impegno di volontari e guide (“apprendisti ciceroni”), che mostrano percorsi, svelano storie indimenticabili e raccontano la storia dei beni visitati.
Per l’edizione 2018, la Delegazione FAI Teramo ha deciso di proseguire nella scoperta dei borghi dei quali la nostra Regione e la Provincia teramana sono particolarmente ricche. La scelta è caduta su Corropoli, città di 5000
abitanti, situata nella Val Vibrata a pochi kilometri da Teramo e a 10 km dalla costa.

Corropoli

Da Collis Ruppuli = Colle di Ripoli (nome dell’insediamento neolitico che sorgeva in parte sull’attuale territorio comunale), entrata a far parte dell’Impero Romano, nel Medioevo (1393) fu annessa al Ducato degli Acquaviva, duchi di Atri, sotto il cui dominio rimase fino alla scomparsa della famiglia nel 1760.
Molti sono i reperti archeologici dell’epoca romana, i monumenti medievali ancora visibili nel borgo: abbazia, chiese, monastero, convento. Corropoli è esemplare rispetto alla storia non solo storico artistica, ma anche sociale, di molti dei borghi teramani: comunità antiche, segnate da vicende storiche drammatiche, ma che hanno
conservato un’identità riconoscibile non solo grazie al patrimonio materiale, ma anche grazie a quello immateriale, quali le tradizioni religiose (festa della Madonna di Mejulano), folkloriche (Palio delle botti, rievocazione storica della Pentecoste celestiniana), alimentari (sagra), artigianali (cantine e lavorazione del vimini).

Corropoli La Madonna di Mejulano

La Madonna Mejulana è una scultura lignea policroma e dorata, il cui nome maiuma è riferito a feste romane dedicate alla Dea Flora. Secondo un rito antico, in uso per la Pentecoste dai Benedettini, si facevano scendere sui presenti petali di rosa e si consegnavano doni votivi. La statua si trovava nell’abbazia di Mejulano e nel 1807, dopo la soppressione del convento, fu trasferita nella Chiesa di S. Agnese.
L’opera si colloca tra il XIII e il XIV sec. ed è attribuibile alla scuola del Maestro della Santa Caterina Gualino; raffigura la Madonna in trono con Bambino: alta 115 cm, è inserita in un ricco tronetto barocco, con volute e cherubini, decorati in foglia d’oro zecchino. La statua ha la rigida frontalità romanica, tuttavia l’eleganza formale sembra appartenere al gotico. Il Bambino nella mano sinistra ha un globo, attributo del Redenptor mundi, mentre con la mano destra benedice.
La Madonna ed il Bambino hanno corone in argento sbalzato e cesellato, del XIX sec., di ignoto argentiere napoletano.
L’opera, in precario stato conservativo e avanzato degrado, ha un grande valore pastorale per la comunità corropolese, che la festeggia ogni 15 agosto. Il restauro sarà possibile grazie alla sponsorizzazione di due aziende locali e una raccolta fondi che il FAI avvierà tra gli stessi cittadini di Corropoli, chiedendo piccoli
contributi, a partire dalle GFP, quando la statua sarà esposta al pubblico. Al termine del restauro, l’opera sarà presentata ufficialmente alla cittadinanza, illustrando le fasi d’intervento tecnico e i risultati delle indagini diagnostiche.

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright La-Notizia.net

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: