lunedì, Ottobre 18, 2021
Home > Marche > Ugl Ascoli Piceno, fumata nera durante l’incontro con la Coopservice

Ugl Ascoli Piceno, fumata nera durante l’incontro con la Coopservice

< img src="https://www.la-notizia.net/elettroresin" alt="elettroresin"

ASCOLI PICENO – Forte fibrillazione tra gli otto lavoratori, tutti dipendenti della Coopservice ed addetti ai servizi fiduciari (sicurezza non armata) nei centri commerciali “Città delle Stelle” Ascoli Piceno e “Porto Grande” San Benedetto del Tronto.

La Coopservice, nell’incontro tenuto venerdi 16 marzo, ha confermato la procedura per gli otto licenziamenti. La UGL ha contestato “alla radice l’azione “speculativa” della Grande Multi Utility di Reggio Emilia; dopo aver vinto la gara di appalto di Coop Alleanza 3.0, dei diversi servizi vuole disfarsi, a mò di “sfogliamento del carciofo” di tutti i servizi rientranti nell’appalto e non coerenti al suo bilancio”.

La procedura di licenziamento attivata, secondo la UGL, sarebbe di fatto “un tentativo di sub-appaltare il servizio ad altra azienda con penalizzazioni economiche dei lavoratori. Sconcerta ed indigna che la Coopservice una azienda di oltre 14.000 dipendenti utilizzi lo strumento speculativo del sub appalto per abbattere i propri costi, scaricandoli sui lavoratori con meno salari”.

La UGL è determinata a contrastare questa “cattiva politica” che tocca la dignità del lavoro e penalizza i lavoratori con salari decrescenti.

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright La-Notizia.net