martedì, Dicembre 7, 2021
Home > Mondo > Scandalo dati Facebook: negli Stati Uniti il 59% degli utenti non si fida più del social

Scandalo dati Facebook: negli Stati Uniti il 59% degli utenti non si fida più del social

< img src="https://www.la-notizia.net/scandalo" alt="scandalo"

Dopo lo scandalo Datagate che ha coinvolto Facebook, Mark Zuckerberg si è scusato pubblicamente e ha annunciato interventi importanti per evitare che si ripetano fatti simili, anche se ha dichiarato che “ci vorranno anni per risolvere i problemi di Facebook”.

Un sondaggio sembra dargli perfettamente ragione. Dal sondaggio basato su cittadini americani, condotto nei giorni scorsi da Reuters/Ipsos è emerso che attualmente solo il 41 per cento degli americani si fida di Facebook per quanto concerne la privacy. Gli utenti hanno più fiducia in altre aziende tecnologiche  che si occupano comunque di raccolta e trattamento dati. Il 66% degli intervistati ha dichiarato di fidarsi di Amazon, il 62% di Google, il 60% di Microsoft e il 53% di Apple. Meglio di Facebook fa Yahoo! (48%), nonostante  negli ultimi anni ha dovuto fare i conti con numerosi problemi relativi ai dati degli utenti.

Quando l’azienda fu colpita da attacchi hacker imponenti, e si è vista sottrarre i dati di 3 miliardi di utenti. Molti di più di quelli che hanno riguardato il social di Zuckerberg che però ha impressionato negativamente milioni di persone che non si aspettava evidentemente uno scivolone di questo tipo e dimensione; come ha capito lo stesso fondatore, la disillusione sulla serietà del social sarà qualcosa di molto difficile da far svanire in poco tempo.

Roberto Guidotti

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright La-Notizia.net