lunedì, Aprile 19, 2021
Home > Mondo > L’Iran censura la lupa capitolina che allatta Romolo e Remo

L’Iran censura la lupa capitolina che allatta Romolo e Remo

< img src="https://www.la-notizia.net/lupa" alt="lupa"

Sembrava una bufala, ma l’autorevolezza della fonte (BBC) sgombra ogni dubbio legittimo lasciando trasecolata l’intera popolazione mondiale.

L’Iran censura il simbolo di Roma riprodotto anche nel fregio della squadra di calcio: la lupa che allatta i gemelli Romolo e Remo, ben conosciuto in tutto il mondo.

Da sempre questo simbolo mitologico rappresenta la capitale, raffigurando l’origine di quello che sarà nella storia uno dei più grandi Imperi del mondo.

Eppure tutto questo non ha impedito all’Iran di censurare l’epico simbolo, coprendo la testa dei gemelli e nascondendo le mammelle della lupa intenta ad allattare i due bambini.

Ad accorgersi della assurda e ridicola censura, la nota rete televisiva Internazionale BBC, che ha notato come il terzo canale della rete Iraniana mandasse in onda il logo della AS ROMA, durante la partita di Champions League, fornendo l’immagina trasmessa e ripulita.

Se il fatto da un lato può suscitare ilarità, dall’altro deve far riflettere sull’oscurantista e oppressiva  cultura imposta, fortemente condizionata da una religione che opprime e mortifica tutto ciò che è femminile o comunque lasci spazio ad azioni femminili, come l’allattamento.

Una cultura, questa, che si scontra totalmente con la nostra e che smentisce nei fatti chi crede e propone un’ integrazione tra la nostra ideologia e quella musulmana: troppo distanti e diverse.

 

Ettore Lembo

 

Redazione
Lucia Mosca è giornalista iscritta all'albo. Dal 1994, collabora regolarmente con riviste e quotidiani tra i quali Il Messaggero (dal 1994 al 1998 a Macerata, per la cultura , dal 1999 al 2002 a San Benedetto del Tronto, per la cronaca bianca, dal giugno 2005 al luglio 2007 ad Ancona per la cronaca nera e giudiziaria ), La Rucola, periodico maceratese di cronaca, cultura, satira (dal 1996 al 1998 a Macerata), Il Piceno, periodico della Provincia di Ascoli Piceno (2002 – 2003). Le esperienze più significative: dal dicembre del 2003 collabora con Il Resto del Carlino di Ascoli Piceno, testata per la quale si occupa di cronaca, politica, cultura, spettacolo, sanità, sindacale, inchieste, con servizi anche per il regionale. Il 5 gennaio 2005 conclude la propria esperienza di stagista (della durata di 6 mesi). Un mese dopo riprende la precedente collaborazione con Il Messaggero di Ascoli Piceno seguendo la politica locale, la cultura e la cronaca bianca con servizi anche per il regionale. Nel giugno 2005 si sposta su Ancona, dove si occupa per Il Messaggero di cronaca nera e giudiziaria. Dal 2006 collabora con La Stampa di Torino per la cronaca nazionale. Dal 3 agosto 2009 è direttore del quotidiano in edicola Il Giornale24ore, su Teramo e provincia. Il contratto ha la durata di poco meno di un anno per chiusura della testata. E’ stata direttore della sezione giornalistica di Tvp, canale 119 del digitale terrestre nell'anno 2015. Ora direttore della testata giornalistica www.la-notizia.net

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *