sabato, Ottobre 16, 2021
Home > Marche > Barriere architettoniche, i sindaci di Fermo e Porto San Giorgio dall’Arcivescovo di Fermo

Barriere architettoniche, i sindaci di Fermo e Porto San Giorgio dall’Arcivescovo di Fermo

Questa mattina i Sindaci di Fermo e Porto San Giorgio, Paolo Calcinaro e Nicola Loira ed i referenti e i componenti delle associazioni Zerogradinipertutti, Comitato Vita Indipendente, Aism e Liberi nel Vento sono stati ricevuti nella sede della Curia Arcivescovile dall’Arcivescovo di Fermo Mons. Rocco Pennacchio al quale sono state illustrate le finalità e gli obiettivi delle associazioni, oltre al lavoro condotto fino ad ora per sensibilizzare le istituzioni sull’abbattimento delle barriere architettoniche.

In particolare Pasqualino Virgili, a nome dell’associazione Zerogradinipertutti e dei partecipanti ha consegnato a Mons. Pennacchio una copia della Convenzione Onu sui diritti delle persone con disabilità ed una targa.

Presenti anche l’assessore alle Politiche Sociali del Comune di Porto San Giorgio Francesco Gramegna Tota e Giuseppe Catalini, Presidente del Consiglio Comunale sangiorgese e componente dell’associazione.

Convenzione Onu che assegna un ruolo fondamentale alle Organizzazioni di Persone con Disabilità nel processo di inclusione le quali, “nello sviluppo e nell’applicazione della legislazione e delle politiche atte a attuare la convenzione e nei processi decisionali relativi a temi concernenti le persone con disabilità” vanno appunto consultate e coinvolte.

Nei loro interventi sia il Sindaco Calcinaro che il Sindaco Loira hanno ricordato l’azione lodevole portata avanti dalle associazioni, lo spirito di collaborazione fra le due amministrazioni e le associazioni e quanto fatto nelle due città nella direzione delle politiche inclusive nei confronti di chi ha disabilità motorie. E’ stato ricordato che la Convenzione Onu ha avuto l’adesione nei rispettivi Consigli Comunali, gli accessi senza barriere nei due rispettivi teatri cittadini ed il continuo dialogo e confronto fra le parti.

Le associazioni hanno chiesto un impegno affinché anche nelle chiese e nei luoghi di culto vengano apportate quelle migliorìe per consentire un accesso più agevole alle persone con disabilità.

Nel gradire molto la visita e la conoscenza di queste realtà elogiandole nel lavoro portato avanti, nell’incoraggiarle a proseguire e ascoltandole con attenzione, l’Arcivescovo Pennacchio ha preso cuore quanto espresso dalle associazioni presenti manifestando la volontà e la disponibilità a lavorare insieme in questa direzione.

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright La-Notizia.net