giovedì, Ottobre 22, 2020
Home > Marche > Integrazione scolastica, al via il profilo professionale di assistente all’autonomia e alla comunicazione per la disabilità

Integrazione scolastica, al via il profilo professionale di assistente all’autonomia e alla comunicazione per la disabilità

E’ stato approvato dalla Giunta il profilo professionale di assistente all’autonomia e alla comunicazione per la disabilità. Lo comunica l’assessore al Lavoro e Istruzione Loretta Bravi che specifica: “Rientra tra gli interventi per agevolare l’integrazione scolastica degli alunni disabili mediante l’assegnazione di docenti specializzati appositamente formati.

L’assistenza all’autonomia e alla comunicazione è un supporto ad personam per il singolo studente per accrescere e sviluppare le potenzialità cognitive, relazionali e sociali in sinergia con l’assistente scolastico o l’insegnante di sostegno e curriculari”. Perché le disabilità sensoriali, aggiunge Bravi, “se opportunamente affrontate e non associate ad altri deficit, non compromettono il normale sviluppo cognitivo e il raggiungimento di qualsiasi livello di istruzione.

Per questo è necessario un intervento rieducativo e riabilitativo adeguato accompagnato da azioni idonee a rendere accessibili i contenuti didattici che lo studente affronta utilizzando metodologie e strumenti specifici per compensare il deficit sensoriale”. L’assistente all’autonomia e alla comunicazione per la disabilità svolge funzioni di facilitatore del processo di comunicazione e apprendimento a garanzia del concreto diritto allo studio e favorisce l’integrazione tra lo studente disabile, la famiglia, la scuola, la classe e i servizi territoriali specializzati. In alcuni casi può operare anche in ambito domiciliare. La durata complessiva del percorso, al termine del quale viene rilasciato un attestato di qualifica, è di 900 ore di cui 250 di stage.

Tra gli ambiti tematici la normativa di settore, le singole disabilità, la comunicazione, la programmazione e la valutazione delle attività. Il documento che definisce il profilo professionale è frutto di un confronto tra le strutture organizzative della Giunta e la Consulta regionale sulla disabilità, in particolare con l’Uici – Unione italiana ciechi e ipovedenti e con l’Ens – Ente nazionale sordi.

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright La-Notizia.net

Redazione
Lucia Mosca è giornalista iscritta all'albo. Dal 1994, collabora regolarmente con riviste e quotidiani tra i quali Il Messaggero (dal 1994 al 1998 a Macerata, per la cultura , dal 1999 al 2002 a San Benedetto del Tronto, per la cronaca bianca, dal giugno 2005 al luglio 2007 ad Ancona per la cronaca nera e giudiziaria ), La Rucola, periodico maceratese di cronaca, cultura, satira (dal 1996 al 1998 a Macerata), Il Piceno, periodico della Provincia di Ascoli Piceno (2002 – 2003). Le esperienze più significative: dal dicembre del 2003 collabora con Il Resto del Carlino di Ascoli Piceno, testata per la quale si occupa di cronaca, politica, cultura, spettacolo, sanità, sindacale, inchieste, con servizi anche per il regionale. Il 5 gennaio 2005 conclude la propria esperienza di stagista (della durata di 6 mesi). Un mese dopo riprende la precedente collaborazione con Il Messaggero di Ascoli Piceno seguendo la politica locale, la cultura e la cronaca bianca con servizi anche per il regionale. Nel giugno 2005 si sposta su Ancona, dove si occupa per Il Messaggero di cronaca nera e giudiziaria. Dal 2006 collabora con La Stampa di Torino per la cronaca nazionale. Dal 3 agosto 2009 è direttore del quotidiano in edicola Il Giornale24ore, su Teramo e provincia. Il contratto ha la durata di poco meno di un anno per chiusura della testata. E’ stata direttore della sezione giornalistica di Tvp, canale 119 del digitale terrestre nell'anno 2015. Ora direttore della testata giornalistica www.la-notizia.net

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *